Collassa un gommone, decine le vittime. Msf rianima un bebè e salva 71 persone

Una donna l’hanno trovata che galleggiava con le braccia incrociate sul petto, ormai lontana dai resti del gommone. Se ne stava andando così, trasportata dalla corrente. Era esausta o forse incosciente. Non si era nemmeno accorta dell’arrivo della nave umanitaria. I soccorritori temevano fosse morta. Quando si sono...

«Gli allarmi sugli sbarchi infondati e strumentali»

«Vogliamo entrare in Italia, siamo in fuga da crisi politiche e assenza di diritti umani», ha scritto un ragazzo che con altri 58 naufraghi attende un porto sulla Louise Michel. Dieci le richieste senza risposta. Intanto altri 304 migranti sono stati una settimana sulla Sea-Watch 4 e 156 si trovano a bordo della Ocean Viking....

«Fanno di tutto per fermare la rivoluzione in atto»

Dalla campagna brindisina la decisione della Corte Suprema statunitense di negare il diritto all’aborto può sembrare lontana, ma le parole di Paul B. Preciado mostrano come si tratti di una reazione a una trasformazione epocale. Nella contrada «La luna nel pozzo», teatro del festival Sherocco, tra muretti a secco,...

Dai lager libici all’Italia, parla il leader dei rifugiati di Tripoli

«Se non si prova a essere clandestini non si può capire cosa vuol dire cercare un’altra vita, cosa vuol dire essere respinti quando dall’altra parte c’è la morte», ha detto ieri la senatrice Liliana Segre, presentando il testo della Commissione d’inchiesta sui discorsi d’odio. Parole...

Msf: «Più canali per lasciare la Libia»

Sul dramma che i migranti vivono in Libia si è detto e scritto molto. Agenzie Onu, Ong indipendenti e gli stessi rifugiati hanno squarciato il velo su una quotidianità di violenze, torture e omicidi. Anche naufragi e sbarchi ricevono un’alterna attenzione, offuscata di recente dall’arrivo dei profughi ucraini. Si...

Sulle navi Ong 900 migranti aspettano un porto

Nella «giornata mondiale del rifugiato», celebrata ieri da istituzioni e associazioni, fuori dai porti italiani ci sono quasi 900 migranti in attesa di sbarcare. Sulla Sea-Eye 4 le persone soccorse sono 483, alcune si trovano a bordo da oltre una settimana. Nei giorni scorsi in 11 sono state evacuate per emergenze mediche....

La povertà culturale dietro quelle sbarre

Nel 2021 tra i circa 54mila detenuti presenti nelle carceri italiane 3.385 hanno frequentato un corso di alfabetizzazione: non sapevano né leggere, né scrivere. Tra loro 3mila stranieri e oltre 300 italiani (620 nel 2019-2020). Altri 4.140 si sono iscritti ai corsi del primo ciclo di istruzione, che comprende le scuole...

Malagrotta brucia, rischio diossina sulla capitale

Il giorno dopo l’incendio che ha devastato l’impianto per il trattamento dei rifiuti indifferenziati di Malagrotta la nube tossica che si era sollevata non si vede più. L’enorme fungo grigio era stato immortalato mercoledì pomeriggio dagli abitanti della Valle Galeria, periferia ovest stretta tra Roma e...

Grecia, accuse dal governo e minacce di morte al soccorritore di migranti

Una pugnalata alle spalle contro uomini e donne della guardia costiera greca in un momento di tensione con la Turchia. Il portavoce del governo di Nea Dimokratia Giannis Oikonomou ha definito così le critiche ai respingimenti nel mar Egeo mosse da Iasonas Apostolopoulos, esperto soccorritore impegnato con diverse Ong nel...

Mediterranea al Viminale. «Porto subito o entriamo»

«Il Viminale ha 10 ore per organizzarsi. Poi entriamo». Suona come un ultimatum al ministero dell’Interno l’annuncio diffuso ieri mattina con cui Mediterranea Saving Humans ha comunicato di non essere disponibile ad accettare le attese in mare a cui la gestione Lamorgese degli sbarchi ha abituato le Ong. Sulla nave...

«Migranti, basta emergenze. Ora bisogna ripensare i Cpr»

Il prossimo 20 giugno il Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale (Gnpl) presenterà la sesta Relazione annuale al parlamento. Mauro Palma, presidente dell’organismo collegiale, anticipa al manifesto i temi riguardanti i diritti delle persone migranti. Nel suo lavoro pone sempre molta...

Libia, suicidio nel centro di Ain Zara. Mediterraneo, sbarchi e soccorsi

Mohamed Mahmoud Abdel Aziz aveva 19 anni ed era nato in Darfur (Sudan). Domenica si è impiccato nel centro di prigionia di Ain Zara, a Tripoli. Era in Libia da tempo: i suoi amici raccontano che due anni fa era stato attaccato da un datore di lavoro che rifiutava di pagarlo. Da allora soffriva di ansia e attacchi di panico. Il...

La Ue mediterranea: fermare i migranti o redistribuirli

Se i vertici internazionali sulle politiche sanitarie non citassero i malati o quelli sulla scuola facessero altrettanto con gli studenti assomiglierebbero agli incontri dei ministri dell’Interno che discutono di immigrazione. Nella conferenza stampa finale del quarto appuntamento di Med5, conclusosi ieri a Venezia, nessun...

Decreto flussi, oltre 70mila posti in arrivo

Saranno più dei 70mila dello scorso anno i posti previsti nel nuovo decreto flussi a cui sta lavorando la presidenza del consiglio dei ministri per il 2022. Lo ha annunciato ieri la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese rispondendo alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa conclusiva del vertice Med5...

Libici sparano verso pescatori siciliani. Interviene la Marina

Ancora spari libici sui pescatori siciliani. Nella notte tra il 2 e il 3 giugno, un centinaio di miglia a nord-est di Benghazi, ci sono stati momenti di tensione per gli equipaggi dei motopesca Luigi Primo e Salvatore Mercurio, della flotta di Catania. La marina italiana riferisce che le due imbarcazioni sono state avvicinate da una...

«Qui in Libia aumentano violenza e razzismo»

Tarik Lamloum è un esperto di immigrazione e attivista per i diritti umani. È nato e vive in Libia, ma nelle ultime settimane ha visitato diversi paesi europei. Fa parte di un’organizzazione, che preferisce non nominare per ragioni di sicurezza, che documenta le violazioni dei diritti di migranti e rifugiati nel paese...

Zanotelli: «Accogliere tutti, non solo gli ucraini»

«Giuste le inchieste sui crimini di guerra in Ucraina, anche se andrebbero fatte dopo, ma bisogna aprirne altrettante per ciò che accade nel Mediterraneo, in Libia e lungo le rotte africane. Anche i finanziamenti alle milizie e ai centri di prigionia sono crimini contro l’umanità». Padre Alex Zanotelli...

Nel Mediterraneo due naufragi in una notte: 76 morti,134 superstiti

Un’altra notte tragica nel Mediterraneo: tra martedì e mercoledì due barconi si sono capovolti facendo decine di vittime. Il primo era partito da Zuara, ovest di Tripoli, e sarebbe affondato in acque tunisine a sud-ovest delle isole Kerkennah. Non sono state diffuse da fonti ufficiali le coordinate dell’evento,...

Navi quarantena, costosa discriminazione

L’Italia si è tolta la mascherina, ha eliminato il greenpass e riaperto tutto, ma le navi quarantena restano in mare. Due: la Azzurra e l’Aurelia. Fanno la spola tra Lampedusa, Porto Empedocle, Augusta, Messina. Caricano e scaricano migranti sbarcati in autonomia o soccorsi dalle Ong. Gli unici costretti...

Covid, ogni 30 ore un nuovo miliardario e un milione di poveri in più

Le ricchezze dei miliardari sono cresciute più in 24 mesi di Covid-19 che nei 23 anni precedenti. Ogni 30 ore nasce un nuovo miliardario mentre un milione di persone cadono in povertà. I 10 uomini più ricchi al mondo hanno più del 40% meno abbiente. La top 20 ha beni superiori al Pil dell’Africa...



Pagina 1 di 29