Visioni complesse tra archivi e memorie da ripensare

Dietro al titolo del nuovo libro di Iain Chambers e Marta Cariello, La questione mediterranea (Mondadori, pp. 152, euro 12), si può scorgere un geniale rimando teorico adottato nella griglia analitica dei tre capitoli. Il riferimento, ovviamente, è al pensiero di Antonio Gramsci, a La questione meridionale: testo incompiuto...

Cartografie impreviste che interrogano la politica

Pubblicato per i tipi di Palgrave Macmillan, Italian Colonialism and Resistances to Empire (1930-1970) di Neelam Srivastava – docente di letteratura postcoloniale all’università di Newcastle e autrice di importanti lavori nel campo degli studi critici su Gramsci e Fanon – è sicuramente tra i volumi...

Atti di resistenza a memorie coloniali

Decolonizzare il presente attraverso la ricerca è una prassi politica che può rimettere in discussione l’archivio coloniale, le forme di soggettivazione imposte dai dispositivi confinari, l’organizzazione del lavoro e le tipologie di estrazione di ricchezza, le genealogie di potere in una prospettiva...

Finestre sul reale tra cinema, sguardi d’Africa e diasporici

Lo schermo e lo spettro (Mimesis, pp. 328, euro 26) di Leonardo De Franceschi, docente di teorie e pratiche postcoloniali del cinema e dei media all’Università Roma Tre, è una raccolta di saggi sul cinema transnazionale, con una ricerca meticolosa e approfondita sui filmmaker, sceneggiatori e attori afrodiscendenti, ma...

«Ventimiglia città aperta» Un corteo oltre i confini

«Ventimiglia città aperta»: dietro a questo striscione hanno sfilato, ieri, oltre diecimila persone. Centri sociali, «Non una di meno», anarchici, associazioni, la comunità di San Benedetto al Porto, gruppi di volontariato sono arrivati da ogni parte d’Italia, dalla Francia e della Spagna, per...

Ritorni critici, la cultura è una pratica indisciplinata

Ritorni critici. La sfida degli studi culturali e postcoloniali (Meltemi, pp. 245, euro 20) è un volume collettaneo – a cura di Iain Chambers, Lidia Curti e Michaela Quadraro – che raccoglie venti testi relativi a percorsi di ricerca interni al dottorato di «Studi culturali e postcoloniali del mondo...

Ventimiglia, sgomberata la tendopoli sul fiume Roja

Nuovo sgombero a Ventimiglia, deciso dal sindaco Pd Enrico Ioculano. Alle prime luci dell’alba, un ingente schieramento di forze di polizia - oltre cento tra Questura, carabinieri, guardia di finanza e municipale - ha circondato il campo di via Tenda. All’interno vivevano, da ormai oltre cinque mesi, più di duecento...

L’invenzione eterna dell’altro da sé

L’Italia ha davvero rimosso il passato coloniale? In questo articolo, proveremo a dare una risposta, sebbene parziale. Due saranno i percorsi per ridiscutere la rimozione: uno sincronico, che interroga il dopoguerra; l’altro diacronico, che legge la condizione postcoloniale guardando al passato. L’anno da cui cominciare...

Palestina, tra narrazioni egemoniche e controegemoniche

Cosa sono, oggi, i diritti umani? La domanda è anche il filo rosso che si snoda lungo i quattro capitoli del volume di Nicola Perugini e Neve Gordon, Il diritto umano di dominare (Nottetempo, pp. 240, euro 16,50). Il testo prende in considerazione l’intero spettro dei soggetti che si occupano di diritti: istituzioni...

«VERITà E GIUSTIZIA PER HASSAN NEJL» TORINO SCENDE IN PIAZZA CONTRO I CPT

Durante tutta la settimana, la Torino antirazzista si è mobilitata per la morte di Hassan Nejl, detto «Fathi», con presidi e un'attenzione alta su cosa succedeva all'interno del cpt. Era stato annunciato dalle autorità che, per le indagini ancora in corso, tutti i testimoni non sarebbero stati espulsi. Invece giovedì altre quattro...

«HANNO DETTO CHE ERA TARDI, E LO HANNO LASCIATO MORIRE»

Si chiama Sallami Abedel, ha 19 anni, è marocchino. Si è da poco sposato con un'italiana, con tanto di certificato alla mano. Ma la polizia di Aosta non gli ha creduto, lo ha accusato di aver messo su un matrimonio falso. E lo ha portato nel cpt di Corso Brunelleschi a Torino, dove domenica notte è morto uno di loro, Hassam Nejil. Ora è...

Il Belgio rimpatria dalla Siria sei orfani di «foreign fighters»

Sono tornati a casa i 6 orfani belgi (di cui 5 minori), figli di combattenti dello Stato islamico, detenuti nel campo profughi di Al-Hol, nel nord della Siria. Un ritorno alla normalità auspicato dalle ong e dalle organizzazioni governative che si occupano di dare assistenza medica e psicologica alle famiglie dei foreign fighters,...

Un codice contro l’estrema destra

Contenere l'estrema destra facendole terra bruciata a livello mediatico e politico. Questa la strategia dei principali partiti e dei media belgi per contenere la vittoria del Vlaams belang di Gerolf Annemans, partito nazionalista fiammingo anti immigrazione. L’iniziativa va sotto il nome di «cordone sanitario». Una...

«Disponibili all’alleanza, ma solo se c’è discontinuità»

«Per sederci al tavolo delle trattative vogliamo un segno di discontinuità» è il messaggio che i Verdi europei lanciano a socialisti, liberali e popolari per una possibile alleanza, per voce di Philippe Lamberts, co-presidente del gruppo insieme alla spizenkanditaten Ska Keller. Nato a Bruxelles, una laurea in...

I «Fridays for future» vogliono votare per l’ambiente

«Votate per il clima» è l’appello degli studenti del secondo Global strike for future, lo sciopero scolastico mondiale per il clima. È l’atto finale, in vista delle elezioni europee, di un movimento che chiede a gran voce un cambio di passo per salvare il pianeta da «un imminente...

Lo sciopero del clima lancia i verdi nelle urne europee

É il secondo sciopero mondiale per il clima, in programma per oggi, alla vigilia della tornata elettorale che definirà i nuovi equilibri nelle Istituzioni europee. Al Global strike for future, movimento studentesco di portata mondiale, ispirato dalle gesta di Greta Thumberg, la prima a promuovere uno sciopero a favore di...

Belgio spaccato a metà. I Verdi sognano Bruxelles

Anche il Belgio si prepara alla tornata elettorale del 26 maggio con un triplo scrutinio: europeo, federale e regionale. Il paese si appresta a certificare una profonda spaccatura fra il nord di lingua fiamminga, motore economico del paese, dove dominano i partiti conservatori, ed il sud, economicamente più fragile, di lingua...

«Troppi migranti», autobus sospesi

La presenza dei migranti in transito nella stazione Gare du Nord nel cuore di Bruxelles «ha creato una condizione sanitaria insostenibile» secondo le due aziende del trasporto pubblico, De Lijn e Stib, la prima attiva sul territorio fiammingo, nel nord del paese, la seconda nell’area urbana di Bruxelles. Le due compagnie...

Anime diaboliche e diaspore di vita sul tavolo da poker

Trasferito ai giorni nostri, fra chat e telefonini, dagli originali anni 80, arriva a teatro, nell’adattamento di Sergio Pierattini, Regalo di Natale, dal film di Pupi Avati (Coppa Volpi a Carlo Delle Piane). Schermo e palcoscenico da un po’ si scambiano i ruoli (vedi La classe operaia va in paradiso di Elio Petri)....

L'imprinting pirandelliana

Si presenta, fin dalle prime battute, come un laboratorio di maleducazione pirandelliana (luci in sala, sipario aperto, gente al lavoro, palcoscenico ingombro, un caotico via vai) quello organizzato alla Sala Fontana di Milano da Michele Sinisi (produce Elsinor). Spunto e banco di prova non possono non essere i Sei personaggi, creature...



Pagina 1 di 50