Fine del sogno americano alla cilena

In meno di una settimana Sebastián Piñera è passato dal «siamo in guerra» al «chiedo scusa ai miei compatrioti». La mimica da attore consumato è stata messa in scena martedì sera, quando il presidente ha annunciato una serie di misure che sembravano fare eco alle parole della...

Violenze di genere, in Argentina l’Encuentro fa la forza

«Qualcosa cambia in ogni donna che partecipa» è la frase che si ripete a ogni Encuentro Nacional de Mujeres (Enm) da 34 anni. Per l’edizione che si è chiusa lunedì scorso, 200 mila donne sono arrivate a La Plata da diverse zone del paese per dare vita a tre giorni di dibattiti e mobilitazione. Le...

Argentina verso il voto, Macri in fuga dai dati economici

Mauricio Macri ha scelto l’abito del candidato qualunque, anziché quello del presidente in carica. E come tale domenica scorsa ha partecipato al dibattito televisivo, obbligatorio per legge, tra i sei candidati che competeranno il 27 ottobre per presiedere l’Argentina. Sei maschi, due dei quali avevano ottenuto insieme...

Aspettando il G20 argentino «Il vero contro vertice è il loro»

L’Argentina è il luogo in cui Hugo Chávez si oppose a George W. Bush e ai suoi tentativi di far nascere l’Alca, l’Area di libero commercio per le Americhe, con un discorso diventato celebre per la frase pronunciata dall’ex presidente venezuelano: «Alca, Alca, Al-carajo», che in sostanza...

Argentina, Fernàndex vince e sfida la crisi economica

«Oggi è anche il compleanno del mio amico Lula, un uomo straordinario che è detenuto ingiustamente da un anno e mezzo. Parabéns pra você (tanti auguri a te), caro Lula. Spero di vederti presto», è stata la dedica di Alberto Fernández all’ex presidente brasiliano, la stessa...

Un milione in strada per cambiare musica: «Nuova Costituzione»

«La moltitudinaria, allegra e pacifica marcia di oggi, con la quale i cileni chiedono un Cile più giusto e solidale, apre grandi cammini di futuro e speranza»: queste non sono le parole di un dirigente del Cones - il Coordinamento nazionale degli studenti delle secondarie -, né di un dirigente del Partito...

Argentina, Macri «torna a dormire». Primarie a Fernàndez

Alle 23 di domenica sera «Andate a dormire» era trending topic sul web argentino in relazione a Macri. È stata la frase con cui il presidente si è congedato dal palco del «bunker» dove la sua lista, Juntos por el Cambio (Insieme per il Cambiamento), ha atteso lo spoglio dei voti. Ancora non erano...

Il lavoro al centro delle primarie in Argentina

Alle primarie di domani l’Argentina non sceglierà i candidati che disputeranno le presidenziali del 27 ottobre, perché i dieci partiti in corsa porteranno ciascuno una sola proposta. Allora perché andare a votare? Oltre che essere obbligatorie, le primarie serviranno alle due liste principali, quella del...

Hoffmann: «Lo dicevamo, è un prigioniero politico»

Dopo la condanna a nove anni e mezzo di prigione emessa da Sérgio Moro e l’arresto dell’ex presidente Luis Inacio "Lula" Da Silva, Gleisi Hoffmann annunciò che la coppia del Partido de los Trabajadores (Pt) per sfidare Jair Bolsonaro alle ultime elezioni sarebbe stata formata da Fernando Haddad e Manuela...

Aborto legale, l’Argentina ci riprova

Lungi dall’essere una mera pratica burocratica, l’ottava presentazione in 14 anni del progetto di legge per legalizzare l’aborto in Argentina è stata accompagnata in tutto il paese da una marea verde che nella capitale ha inondato le vicinanze e l’interno del Congresso nazionale. LA «CAMPAGNA NAZIONALE...

La «Vergine abortista» è desaparecida

Un arcangelo si presenta davanti alla giovane Maria. Siamo a Nazareth, terra dell’attuale stato di Israele. Le dice di non aver paura, che è stata scelta per portare in grembo il figlio di Dio. Lei, scettica, assicura di essere vergine. Ma l’arcangelo - tale Gabriele - le risponde senza offrire altri dettagli che lo...

Vive, libere e senza debiti nell’Argentina di «Ni una menos»

La bimba ha 11 anni e non sa che la chiamano Lucia per non rivelare la sua vera identità. Non sa nemmeno che giorni fa hanno parlato di lei tutti i giornali del suo paese e quelli di altri continenti. LUCIA NON CAPIVA che aveva dentro di sé una gravidanza di 16 settimane, prodotto della violenza sessuale del compagno di sua...

Teatro, ultima definizione

«Quando siamo realmente liberi? Quando gridiamo "viva la libertà" o quando balliamo in libertà?» si chiede Amir Haddad, drammaturgo brasiliano (nessuna parentela con Fernando Haddad, candidato del Pt alle ultime presidenziali) che quasi quarant’anni fa, durante la dittatura militare in Brasile, fondò...

Buenos Aires in ordine, Macri blinda la marcia

«Noi, Madri di Plaza de Mayo, non siamo mai andate a una marcia per provocare, né siamo mai state violente. E di motivi ne avremmo avuti, eccome, per rispondere con la violenza alle desapariciones, le torture, il rapimento dei neonati e i voli della morte». Sono state le parole di Nora Cortiñas, icona delle Madri...

L’azione globale delle donne apre la marcia del dissenso

Adolfo Pérez Esquivel ricevette nel 1980 il Nobel della Pace per la sua lotta contro la dittatura militare con metodi pacifici. Ricevendo il premio disse di sentirsi «una piccola voce di quelli che non hanno voce».A lui dice di essersi rivolta la ministra della Sicurezza nazionale argentina, Patricia Bullrich, per...

Bolsonaro presidenteL’estrema destrasi insedia al Planalto

Previsioni confermate, Jair Messias Bolsonaro del Partito social liberale (Psl) il primo gennaio prossimo assumerà la carica di presidente del Brasile. Più di 57 milioni di elettori hanno deciso così. All’ex militare sono andati il 55,13% dei voti, mentre il candidato del Partito dei lavoratori (Pt) Fernando...

ADDIO ALLA METAFORA DELLA SCRIVANIA UN PROGETTO RIPENSA L'AMBIENTE VIRTUALE

Creo una cartella per salvare i miei file, la chiamo con il nome del progetto e poi la metto nella directory «Documenti»? Oppure lascio il file .doc sul desktop o, ancora, creo un collegamento alla cartella dalla scrivania? Non so decidermi. Non è un problema se ho poco materiale, ma quando si tratta di centinaia di file che descrivono i...

UN ANIMALE POLITICO NEL TEMPO DETERMINATO DEL CAPITALISMO

Tornare a Marx oggi può significare solo tornare a delle parti del suo ragionamento, fuori da ogni schema ortodosso o eterodosso che sia. Leggere oggi Marx significa «opporre concretamente ad ogni occasione ai riflessi del modo di vita capitalistico, altri modi di vita desiderabili; distruggere con tutti i mezzi iperpolitici l'idea...

UN VERTICE PER LA PACE TRA I POPOLI

E' cominciato domenica scorsa a 1.600 metri in montagna, e continuerà fino al 14 agosto, il tradizionale incontro politico internazionale del Centro Ecumenico di Agape, costruito 50 anni fa con il lavoro volontario di giovani donne e uomini che uscivano dall'esperienza diretta di una grande guerra che li aveva visti avversari. Un...

LA GUERRA DEI MEDIA

Passati i bombardamenti veri e quelli mediatici che hanno «anestetizzato l'opinione pubblica» ci troviamo a riflettere. Nel contesto della globalizzazione economica, quale ruolo giocano i massmedia? Come cambiano e modellano le agende dei potenti gruppi economici? Come sono modellati a loro volta dai processi di monopolizzazione...



Pagina 1 di 2