L’Academy promuove Netflix, tappeti rossi per lo streaming

Alla fine Netflix ce l’ha fatta nonostante le critiche, i malumori, gli sbarramenti è riuscita a imporsi trionfalmente a Hollywood conquistando dieci nomination per Roma, e anche la nomination per la migliore sceneggiatura non originale a The Ballad of Buster Scruggs di Ethan e Joel Coen. Sembra quasi un paradosso, specie...

Paolo Mereghetti, la mia storia del cinema e le stellette del critico

Tutto comincia alla fine degli anni Ottanta quando l’arrivo delle tv private (berlusconiane e non solo) moltiplica l’offerta di film, una gioia per i cinefili più accaniti e voraci fino allora mortificati dalla poca varietà nei palinsesti del servizio pubblico ma che complica la scelta: come orientarsi tra titoli...

Una selezione col gusto del rischio. Da Rosa Luxemburg al ’68

Il titolo che raccoglie la selezione principale del prossimo Forum - la sezione più indipendente della Berlinale (7-17 febbraio) - è quasi un manifesto:«Risk Before Perfection» dichiara infatti la predilizione per un cinema forse «imperfetto» ma che assume su di sé i rischi, dunque vivo,...

L’epifania della sconfitta nel mondo «fragile» dei supereroi

Glass come vetro, superficie su cui le immagini si riflettono, intere o in frammenti, rimbalzano, si moltiplicano, si confondono, un puzzle mai uguale. E Glass il nuovo film di M.N. Shyamalan (il cui doppiaggio mette in crisi ogni certezza rispetto alla sala oggi) - che ammicca al soprannome di uno dei protagonisti - è come una di...

Racconto di un’Italia ancora resistente

Dove bisogna stare senza punto interrogativo, ma l’affermazione che è il titolo del nuovo film di Daniele Gaglianone scritto insieme a Stefano Collizzolli (domani in sala, per tutte le informazioni: www.zalab.org; www.facebook.com/zalab) contiene in sé la domanda di cui è la risposta. Ovvero: dove bisogna stare...

I RAGAZZINI DI NAPOLI ALLA BERLINALE

CRISTINA PICCINOIIDel film si sa poco, il suo regista ha preferito non parlarne prima forse perché molto si sa del libro di Roberto Saviano da cui è tratta l’opera terza di Claudio Giovannesi, il titolo italiano nel concorso della prossima Berlinale (7-17 febbraio) e in sala il 13 febbraio. Scritto dallo stesso Saviano...

Un concorso per giovani cineasti, tra generi, doc, e storie del mondo

Primo appuntamento della stagione festivaliera, il Festival di Rotterdam (23 gennaio -3 febbraio) ha annunciato ieri i titoli del suo concorso. Saranno otto i film (nessuno italiano) a correre per il Tiger Award, opere di giovani autori che da sempre sono protagonisti nella competizione della rassegna olandese. Si va da Koko-di Koko-da di...

Jocelyne Saab, raccontare il mondo come gesto di libertà

Da dove si può cominciare a raccontare Jocelyne Saab, libanese, cineasta, fotografa, giornalista, intellettuale raffinata, femminista, sempre in prima persona nelle battaglie che hanno attraversato il suo Paese, anche quando ne era fisicamente lontana, e quel medioriente di cui ha illuminato conflitti, ambiguità,...

Mohamed El Khatib, la realtà è una prima persona a distanza

Tutto comincia da un vuoto scoperto nella lingua che Mohamed El Khatib parla tutti i giorni, la lingua del Paese dove vive ed è cresciuto, la Francia. Quel vuoto sono le parole con cui raccontare la morte, non in sé ma nella trama sentimentale che la circonda, nelle emozioni che vi si rapprendono intorno specie quando...

Nell’inconscio della Storia e delle streghe

Suspiria di Luca Guadagnino è il film dell’anno. Quello che sta finendo e quello che inizia - difatti in sala arriva l’1. Ed è un bel segno che il rito di passaggio avvenga con questo magnifico film; non un remake dell’«originale» di Dario Argento ma una reintrepretazione che attraversa il...

La «caccia alle streghe» dell’immaginario

C’è un’immagine che racconta molto di questo 2018 quasi finito, e che in qualche modo contiene anche le sfide che ci aspettano: un signore, regista molto amato e acclamato sul set di un film nella «sua» città, New York, dà indicazioni agli attori. Lui si chiama Woody Allen, il film è A...

Indocili e irriverenti, gli anticorpi possibili al tempo presente

Le prime immagini che vorrei vedere nel 2019, e in diffusione da blockbuster, sono quelle di A Rainy Day in New York, il nuovo film di Woody Allen bloccato da Amazon, il colosso multinazionale che lo ha prodotto, sulla scia delle accuse di molestie mosse al regista da una delle figlie adottive di Mia Farrow, Dylan. Una vicenda peraltro...

Il ragazzo ribelle e il pianoforte, un’attrazione in musica

Mathieu Malinski (Jules Benchetrit) è un ragazzo della banlieue parigina come i tanti che abbiamo visto al cinema: sempre di corsa, sfide con la polizia, gli amici del quartiere con cui rubare qua e là. La differenza è che ha un talento speciale per la musica, e quando il direttore del Conservatorio (Lambert Wilson)...

L’immaginario dentro i sapori della cucina

Il Natale come ogni festa «comandata» significa quasi per tutti cene, pranzi, veglioni, infinite sedute familiari, ansie da prestazione (culinaria), finta indifferenza, digestioni complesse, obblighi, accumuli ma (si augura) anche un piacere - che pure c’è o ci dovrebbe essere - di ritrovarsi malgrado tutto....

Lucia, la rivoluzionaria che capovolge il mondo

Il film di Mario Martone, nel concorso della scorsa Mostra di Venezia, è stata una di quelle visioni folgoranti - e sempre più rare - su cui non è semplice tornare a distanza di pochi mesi, anche perché è un «oggetto» composito che a ogni sguardo spalanca suggestioni nuove, passaggio...

Vent’anni di un amore ai tempi della Guerra Fredda

Cold War, la «guerra fredda» che inizia alla fine del secondo conflitto mondiale e divide il mondo, russi/americani, ovest/est, cortine di ferro e allez-retour impossibili (ai più), con le vite che la storia condanna all’infelicità. É lungo questi confini che si svolge il nuovo film di Pawel...

Mary Poppins ritorna, ma tutto è cambiato nell’apparenza uguale

I «ritorni» sono un po’ come i «crescono», capitoli di un sequel che sprigiona nostalgia «a priori» nell’idea stessa di ripercorrere i luoghi del passato – specie se divenuto immaginario condiviso – dove tutto è cambiato nell’apparenza uguale. E anche se sempre...

«The First», nel futuro già presente dell’utopia impossibile

Prima serie tv per Sean Penn, che ne è il tormentato protagonista, The First tra gli appuntamenti più attesi dell'autunno – oggi in sala con un’uscita evento per Nexodigital (www.nexodigital.it) e da domani su TimVision – è una fantascienza del contemporaneo pervasa dallo stesso sentimento di...

Sondra Locke, l’imprevedibile ragazza del Tennessee

Bionda,elegante, il viso delicato e quel fascino ineffabile di un’icona Seventies: così le immagini fuori dallo schermo raccontano Sondra Locke, ragazza del Tennessee dove era nata Sandra Louise Smith a Shelbyville, mancata a Los Angeles a 74 anni. Che avesse talento d’attrice si era capito subito, quando aveva vinto un...

La guerra di Halla, la maestra di canto che difende la Terra

La donna elettrica è una insegnante di musica e una donna in guerra. Cosa combatte? Tutto ciò che devasta la sua terra, l’Islanda, anzi la madre Terra di cui non sappiamo cogliere i segnali, sempre più forti, di malattia. Lei fa quello che può, per i più, istituzioni, governo, polizia è...



Pagina 1 di 50