Un senatore cileno a Roma per difendere la salute di Coronel

A Coronel, nella regione cilena del Biobío, c'è una centrale termoelettrica proprio in mezzo al centro abitato, addirittura accanto a una scuola, e dalla sua ciminiera esce una polvere nera che ricopre tutto. La centrale Bocamina è di proprietà di Enel Generación Chile (ex Endesa), una filiale di Enel...

«In ambasciata un centro di spionaggio». Le accuse di Moreno ad Assange

Travolto dalle critiche per aver consegnato Julian Assange alle autorità britanniche, il presidente dell’Ecuador Lenín Moreno, in calo verticale di popolarità, prova a respingere tutte le accuse, a cominciare da quelle che gli ha rivolto il suo predecessore Rafael Correa. In un’intervista al Guardian,...

Scandalo Ina Papers, la vendetta di Moreno

Con la revoca dell’asilo politico a Julian Assange il presidente Lenín Moreno ha provveduto a dare anche l’ultima picconata all’eredità del predecessore Rafael Correa, che gli aveva concesso protezione il 19 giugno del 2012. Non a caso, la reazione di Correa è durissima: Moreno «è il...

Pompeo in tour per aumentare la pressione contro Maduro

L’«Operazione libertà» lanciata da Juan Guaidó per ottenere «la fine definitiva dell’usurpazione» è in corso, ma, al momento, nessuno sembra accorgersene. Dopo l’esordio del 6 aprile, il secondo atto della «massima pressione popolare mai registrata in Venezuela» si...

Guaidó: basta Maduro. Ma è una simulazione

L’Operazione libertà, come Juan Guaidó ha battezzato la sua nuova offensiva contro il governo Maduro, ha preso avvio sabato tra aspettative decisamente più basse rispetto a quelle che avevano accompagnato il 23 febbraio la superpubblicizzata Operazione Cúcuta, quella dell’ingresso degli aiuti...

Un anno di Lula libre

Era il 7 aprile 2018 quando il mondo ha assistito esterrefatto all’arresto dell'ex presidente Lula, al termine di un processo farsa che ha indignato i giuristi di tutto il mondo. Un anno dopo, a mobilitarsi in difesa del primo prigioniero politico del Brasile dalla fine della dittatura è un gran numero di movimenti e...

Operazione Libertà, l’ultima di Guaidó

91 viaggi all'estero costati più di 310 milioni di bolívares (circa 100mila dollari), a cui vanno aggunti altri 260 milioni in spese di alloggio dentro e fuori il paese, per un totale di oltre 570 milioni non dichiarati al fisco e non compatibili con uno stipendio da funzionario pubblico. È con questa motivazione che...

Bolsonaro: viva il golpe del ’64. E sfotte i desaparecidos

Che l’ex capitano Jair Bolsonaro fosse un sostenitore della dittatura militare e un ammiratore dei suoi più sinistri rappresentanti era chiaro già all’epoca dell’impeachment contro la presidente Dilma Rousseff, quando dedicò il suo voto al colonnello torturatore Carlos Alberto Brilhante Ustra, ex...

«Terra contaminata, scuole chiuse: a Brumadinho è il caos»

Al loro arrivo in Italia, Moisés Borges e Letícia Oliveira, entrambi del Mab, il movimento brasiliano che lotta per i diritti delle comunità colpite dai progetti idroelettrici, sono stati raggiunti da due tragiche notizie: il 22 marzo la coordinatrice regionale del movimento Dilma Ferreira Silva è stata...

In cella per corruzione Temer, il meno amato degli ex presidenti

Una barbaridade: così l'ex presidente Michel Temer ha commentato il suo arresto per corruzione nell'ambito dell'inchiesta Lava Jato di Rio de Janeiro. Ma in tutto il Brasile è probabilmente l'unico a pensarla così. Il traditore di Dilma Rousseff, il presidente più impopolare - finora - nella storia del paese,...

Se è buono per Trump è buono per Bolsonaro

Una valanga di critiche si è abbattuta su Jair Bolsonaro al termine della sua visita di tre giorni a Washington, dove, più che il «Trump dei Tropici», è sembrato il fedele vassallo dell'idolatrato presidente degli Stati uniti. Una subalternità, quella di cui ha dato prova il suo governo, che ha...

L’antichavista Cnn: «L’attentato contro Maduro di agosto opera di disertori»

Il nuovo sgambetto a Trump, il terzo in pochi giorni da parte della stampa Usa, viene addirittura dalla pur implacabilmente antichavista Cnn. Prima c’era stato il clamoroso riconoscimento del New York Times che a bruciare i camion di aiuti alla frontiera colombo-venezuelana, durante gli eventi del 23 febbraio scorso, non era stata...

La battaglia della luce smaschera le bufale degli Usa e di Guaidó

Ci vorrà ancora del tempo prima che l'elettricità torni stabilmente in Venezuela. Al primo black-out, iniziato nel pomeriggio del 7 marzo, ne era seguito un altro sabato, proprio quando la situazione sembrava avviata verso la normalità, facendo riprecipitare nel buio l'intero paese. E ad aggravare la situazione si...

Piazze contrapposte nel black-out senza precedenti

Il Venezuela non si è ancora ripreso completamente dal black-out senza precedenti che ha paralizzato il paese a partire dal pomeriggio di giovedì. Ma nulla di quello che l’opposizione poteva augurarsi è successo: né proteste, né incidenti, né caos. La gente è rimasta calma e ha atteso...

Black-out sul Venezuela, è iniziata la «guerra elettrica»

È stato un black-out elettrico di proporzioni inedite quello che a partire dal pomeriggio del 7 marzo ha lasciato al buio Caracas e buona parte del Venezuela, provocando, tra l'altro, l'interruzione del servizio della metropolitana e dell'aeroporto internazionale di Maiquetía, come pure del funzionamento della rete...

Venezuela da strangolare. Gli Usa: «Minaccia inusuale»

È il paradosso più eclatante tra i molti della crisi venezuelana: l'accusa al governo, rivolta già da Obama nel suo ordine esecutivo del 2015, di rappresentare «una minaccia straordinaria e inusuale alla sicurezza nazionale e alla politica estera degli Stati uniti». CHE GLI STATI UNITI volessero far...

Nessuno tocchi il cittadino Guaidó. «È solo indagato»

È molta di più la gente che se ne è andata in spiaggia per il carnevale - un segno di normalità in contrasto con la tesi della catastrofe umanitaria - di quella che ha accolto l’nvito di Juan Guaidó a scendere in strada in occasione del suo rientro nel paese. Come mostrano i video apparsi sulle...

Il rientro a Caracas di Juan Guaidó, dilemma per Maduro

Un grande interrogativo attraversa il Venezuela: come reagirà il governo al rientro nel paese di Juan Guaidó, giunto ieri all’aeroporto di Caracas sicuro e rilassato? L’autoproclamatosi presidente ad interim aveva oltrepassato la frontiera il 22 febbraio, per prendere parte al concerto organizzato dal miliardario...

Nella comune socialista. Così resiste il chavismo

«Dite al mondo che qui non è come riportano, ditelo che non moriamo di fame». È una raccomandazione accorata quella che Escalet Castro rivolge ai delegati dell'Assemblea internazionale dei popoli, in visita a diversi quartieri di Caracas per toccare con mano la reale situazione del paese. Escalet appartiene alla...

Un po’ d’ossigeno da Nazioni unite e gruppo di Lima

Nel lungo assedio che il governo Maduro sta soffrendo, gli ultimi eventi gli hanno davvero portato una boccata di ossigeno. Dopo aver scongiurato il tentativo di golpe del 23 febbraio, bloccando alla frontiera l'ingresso dei cosiddetti aiuti, quelli che secondo Guaidó sarebbero entrati «sì o sì», la...



Pagina 1 di 18