Oggi la Nato a Madrid, protagonista il veto "scandinavo" di Erdogan: «Soluzione difficile»

Il veto turco che pende sull’adesione di Finlandiae Svezia alla Nato sarà protagonista oggi a Madrid all’apertura del vertice dell’Alleanza. Il presidente finlandese Niinisto ela prima ministra svedese Anderssoon incontrerannoil presidente turco Erdogan. Che però (nonostantele speranze espresse ieri dal...

Come la Kabul dei Talebani. E peggio della Polonia di Duda

Negli ultimi trent’anni 59 paesi hanno garantito un maggiore accesso all’aborto. Altri undici lo hanno ristretto. Tra questi, nota Foreign Policy, ci sono i rivali di sempre degli Stati uniti: Russia, Iran e Corea del Nord. Ma a quanto pare c’è un elemento che supera i confini: non è l’amore, ma il...

Le manovre di Putin e Erdogan sul grano ucraino. Il no di Kiev

Un corridoio marino, sicuro, che attraverso il Bosforo e lo Stretto dei Dardanelli accompagni il grano ucraino fuori dalla guerra, a beneficio dei paesi importatori, di cui più di uno ha i silos vuoti e le pance pure. Alla base un accordo tra Russia e Turchia, fanno sapere i ministeri della difesa di Mosca e di Ankara, che a...

«O sei egiziano o sei libero. Al-Sisi vive grazie all’Europa»

«L’Egitto è la Repubblica della paura. Non conosco nessuno che non abbia paura, può anche non dire mai una parola ma sarà comunque terrorizzato». Ramy Shaath è palestinese, egiziano ed ex prigioniero politico del regime di al-Sisi. Dopo due anni e mezzo in custodia cautelare è stato...

Bombe turche su Shengal: ucciso un bimbo

L’Assemblea del Popolo di Sinone si trova nel cuore della cittadina ezida, in mezzo alla piana desertica di Niniveh, sul lato nord del Monte Shengal. Circondata da mura dipinte di bianco e azzurro, ha accanto una delle sedi delle Asaysh (le forze di autodifesa interne di Shengal) e intorno una delle aree più vissute e...

Erdogan: truppe turche in Libia per altri 18 mesi

Altri 18 mesi di truppe turche in Libia: ieri al parlamento di Ankara è giunta la richiesta di estensione dell’operazione libica avviata nel 2019, firmata dal presidente Erdogan. Che, nel documento, ha voluto sottolineare la preoccupazione turca per l’instabilità del paese nord-africano dovuta al rinvio a data da...

Missili israeliani su Damasco. Mosca reagisce

Ieri per il secondo giorno consecutivo i cieli di Damasco sono rimasti off limits: dall’aeroporto internazionale, a sud della capitale siriana, non si può né partire né arrivare. Sono ancora in corso i lavori di riparazione dello scalo, colpito all’alba di venerdì da un attacco aereo israeliano (il...

«Italia non più equidistante. Draghi parli delle colonie»

Laura Boldrini, presidente del Comitato permanente sui diritti umani della Camera, è rientrata da una visita tra Tel Aviv, Gerusalemme e Cisgiordania, territori occupati militarmente da Israele dal giugno 1967. A Sheikh Jarrah e Masafer Yatta, luoghi da anni al centro di sgomberi di massa da parte di Israele, Boldrini è...

A digiuno per Alaa Abdel Fattah, staffetta in Italia per l’attivista

Domenica sera su Twitter Mona Seif, attivista egiziana e sorella di Alaa Abdel Fattah, è stata chiara. Dalla prigione Alaa può uscire solo in tre modi: con una grazia (di cui la famiglia ha fatto regolare richiesta, già protocollata), con un’espulsione in Gran Bretagna (di cui è diventato di recente...

La questura di Roma non vuole bandiere del Pkk. Erdogan verso l’offensiva nella Siria del nord-est

Dopo un’ora di contrattazioni, il corteo parte. Centinaia di persone, riunite sotto lo slogan «Contro la guerra e l’invasione del Kurdistan», lasciano la romana piazza della Repubblica con le bandiere con cui erano arrivate. Tra cui quelle del Pkk, per la Questura non sventolabili. Ecco il motivo dell’attesa:...

«Erdogan vuole la mia estradizione e la Svezia tace»

Amineh Kakabaveh ha una storia che parla da sé: nata nel 1970 nel Rojhilat, Kurdistan iraniano, ha aderito al movimento guerrigliero marxista-leninista Komala che era ancora un’adolescente. A 19 anni ha cercato rifugio in Svezia: si è laureata mantenendosi come collaboratrice domestica. Fino all’ingresso in...

Offensiva vicina nel Rojava, Erdogan vuole altra Siria

Basta aprire una mappa della Siria del nord-est e cerchiare prima i nomi delle città che la Turchia ha già occupato militarmente nell’aprile 2018 (Afrin) e nell’ottobre 2019 (Gire Spi e Serekaniye), e poi quelle che ieri il presidente Erdogan ha indicato come le nuove prede: Tel Rifaat e Manbij. APPARE SUBITO...

Famiglia Regeni: «Agire contro l’Egitto». Fico: «Dovere morale»

La prima reazione istituzionale alle parole dei genitori di Giulio Regeni a Che tempo che fa sono giunte dal presidente della Camera, Roberto Fico: «Noi sappiamo che l’Egitto non vuole collaborare – ha detto ieri – Ha alzato un muro e noi invece dobbiamo in tutti i modi riuscire a far proseguire i processi,...

Abu Akleh, due inchieste accusano Israele. E il caso finisce all’Aja

Saranno due le richieste di indagine che la Corte penale internazionale si troverà a breve sul tavolo in merito all’uccisione, lo scorso 11 maggio nel campo profughi di Jenin, Cisgiordania occupata, della giornalista palestinese di al Jazeera, Shireen Abu Akleh. Una dell’Autorità nazionale palestinese (Anp) e una...

«Normalizzare i rapporti con l’Egitto legittima il regime di al-Sisi»

Sono trascorsi 54 giorni da quando Alaa Abdel Fattah, il più noto attivista per i diritti umani in Egitto, blogger e volto di piazza Tahrir, ha iniziato lo sciopero della fame in cella perché le autorità egiziane rispondano alle sue richieste: appuntare un giudice che indaghi sulle sue denunce in merito alle...

L'Ucraina rigetta la tregua. Dagli Usa 40 miliardi di dollari

Il cessate il fuoco è «impossibile senza un totale ritiro delle truppe russe». Così ieri il consigliere presidenziale ucraino, Mykhailo Podolyak, ha affidato a un tweet il rigetto di un accordo in stile Minsk. Fino a quel momento, la fine dell’invasione russa, «il nostro team negoziale saranno le...

Veto turco alla Nato: F35 e Pkk in cambio di Svezia e Finlandia

Si dice che nelle stanze della diplomazia internazionale a Erdogan si attribuisca l’abilità del gran negoziatore: tenere la barra alta per ottenere un compromesso più che accettabile. IERI A NEGOZIARE per lui sul Nato-affair con il vero interlocutore, gli Stati uniti, ha inviato il suo ministro degli Esteri Mevlut...

Il profughi-plan turco: vincere le elezioni, occupare il Rojava

Manca un anno alle elezioni presidenziali turche e Recep Tayyip Erdogan lavora alacremente per puntellare un consenso rosicchiato dalla crisi economica, declino percettibile dalla sconfitta alle amministrative del 2019. Qualche mese dopo quel voto (nel caso di Istanbul ripetuto con la scusa di brogli, ma perso comunque), a ottobre 2019 la...

Il prezzo del sì: estradizione dei curdi e armi per Ankara

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan vede sempre opportunità nelle faglie europee, di fronte a una crisi o a un cambio di paradigma ha spesso la carta buona da giocare. Lo ha fatto con l’emergenza migratoria siriana in piena guerra civile, strappando all’Europa sei miliardi di euro per “gestire” tre...

Reporter ammazzati, feriti, arrestati: il bavaglio di Israele ai Territori

«Abbiamo visto decine di casi di terroristi di Hamas che usano ambulanze, si vestono come personale della Mezzaluna rossa o giornalisti. Non vogliamo correre rischi». Così l’allora ministro della difesa israeliano Lieberman aveva commentato l’uccisione del giornalista palestinese Yaser Murtaja, nei giorni...



Pagina 1 di 50