Risultati per:

  • Autore: BUBBICO DAVIDE ** ELENA VIGILANTE *
Modifica ricerca

LETTERE E COMMENTI/APERTURA

LE CONSEGUENZE DELLE PRIVATIZZAZIONI

ITALIA. I progetti del governo su diversi temi della politica economica, fiscale e del lavoro se, da un lato, sono funzionali al progetto del federalismo, esprimendo più o meno direttamente un disegno di rottura dell'unità politica e territoriale che finora ha consentito, pur tra mille limiti, di avere un quadro unitario di riferimento per le...

INTERNAZIONALE/APERTURA

«Io sono perché noi siamo». Rabbia trasversale in Brasile

BRASILE/RIO DE JANEIRO. Il Brasile è sceso giovedì per le strade delle più grandi città del paese per manifestare contro l’assassinio a Rio de Janeiro di Marielle Franco, la consigliera municipale del partito della sinistra radicale brasiliana Socialismo e libertà (Psol), lo stesso che nel 2016 era arrivato al...

INTERNAZIONALE/TAGLIO MEDIO

NON PER FAME MA PER VOGLIA DI LIBERTà

LIBIA. L'emigrazione libica fuori dai confini nazionali è stata da sempre un'emigrazione in buona parte per motivi di studio. Nei tradizionali flussi migratori dal Nord Africa non compaiono mai libici per ragioni diverse che sono in parte da ricondurre alla distribuzione dell'occupazione in questo paese insieme e un qualche intervento di tipo...

CAPITALE & LAVORO/APERTURA

CATTEDRALE SUL PRATO VERDE, COSì IL LINGOTTO DETTA LEGGE

ITALIA/MELFI (POTENZA). Cosa sta succedendo a Melfi? La politica assente, fatta eccezione per il sindaco Sel della città di Rionero che si è pronunciato esplicitamente per il ritiro delle sospensioni, il resto sono una dichiarazione equilibrista del segretario regionale del Pd, richiami generici a «ristabilire un clima più disteso», mentre le istituzioni...

TERRITORI/APERTURA

ILFINTOTEXAS IN VAL D'AGRI - IL BUSINESS DEI PETROLIERI IN BASILICATA

ITALIA/POTENZA. Oggi pomeriggio nel Centro Sociale di Villa d'Agri (comune di Viggiano) la Fiom Cgil Basilicata e la Filcem Cgil Potenza presentano un primo rapporto di ricerca sull'indotto industriale dell'Eni in Basilicata. Si tratta di un rapporto che cerca di fare il punto sull'effettivo impatto che l'estrazione petrolifera in Val d'Agri, insieme al...

INCHIESTA/APERTURA

MATERA E QUEI DIVANI PESANTI COME SASSI

ITALIA/MATERA. Le difficoltà denunciate da qualche mese dalle imprese del distretto materano del mobile imbottito sono l'emblema della fragilità dell'industria regionale. E lo sono a maggior ragione se si considera che quello di Matera, a differenza della Fiat di Melfi, è il risultato di un percorso di sviluppo interno, ma che riguarda un comparto...

ECONOMIA/TAGLIO MEDIO

L'INDOTTO, I TENTACOLI DELLA PIOVRA

ITALIA/MELFI. L'indotto di primo livello dello stabilimento di Melfi è composto di 23 aziende associate al Consorzio A.c.m. (Auto Componentistica Meridionale), più altre due società, Fenice Termodistruttore e Fdm, che occupano nell'insieme circa 3.200 addetti, un numero inferiore rispetto ad un anno fa, quando gli addetti erano vicini ai 3.400 (alcune...

CULTURA/INTERVISTA

UNA QUESTIONE DI CLASSE

CINA/PECHINO. L'appuntamento con Pun Ngai è alla Peking University, ma ci conduce subito verso un cantiere edile nel nord della città, dove incontriamo un piccolo gruppo di operai. In un centro sociale in ristrutturazione, che costituisce il punto d'incontro per lavoratori, studenti e intellettuali svolgiamo l'intervista. Proprio da questa attività...

L'ULTIMA/REPORTAGE

MODELLO CINESE

CINA/GUANGZHOU. Gaungzhou (Canton), capoluogo della provincia più meridionale della Cina (il Guangdong), è il centro dell'industria cinese della prima fase della modernizzazione post-maoista. In essa convivono dimensioni sociali ed economiche parallele, apparentemente lontane, ma che sono la caratteristica principale del paese: dalle (mega) aree urbane...

INTERVENTO

I PADRONI DEL SUD

ITALIA. SUD RISULTATI ELEZIONI

CULTURA/TAGLIO MEDIO

L’umanità e l’anima di chi scelse la libertà

ITALIA/ROMA. Raccontare l’intimo profondo che mobilitò le donne e gli uomini della Resistenza nel tornante decisivo della nostra storia contemporanea è opera affascinante e difficilissima. Per farcela, evitando tanto l’uso della retorica celebrativa quanto la «mozione dei buoni sentimenti», si deve compenetrare il...

ULTIMA/APERTURA

Rimosso nazionale

ITALIA. Aldo Moro nel 1962 ebbe cura di soffermarsi sulla natura di quelle fragilità, tanto storicamente già emerse quanto potenzialmente emergenti, presenti nella struttura della giovane democrazia italiana all’alba degli anni Sessanta. Ammonendo i democratici cristiani a osservare le più attente «vigilanze e...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Con il «principe delle banane» l’Ecuador si mantiene a destra

ECUADOR. Con il 52% dei voti Daniel Noboa è il nuovo presidente dell’Ecuador. E la destra, forte di oltre 5 milioni di preferenze conquistate su tutto il territorio nazionale, governerà per i 18 mesi che mancano alla fine della legislatura, solo sospesa dal voto anticipato con cui il presidente uscente Lasso ha bloccato il...

COMMUNITY/COMMENTO

Via Almirante a Grosseto. La strada che non vogliamo seguire

ITALIA/GROSSETO. Sarebbe possibile, e utile, richiamare alla memoria la figura di Giorgio Almirante in molti modi e in relazione ai diversi contesti da lui vissuti nel corso della storia d’Italia.LO SI POTREBBE RICORDARE come zelante promotore del razzismo di Stato negli anni del regime fascista, quando dalle pagine de «La Difesa della...

CULTURA/APERTURA

La Resistenza di Roma e il mito dell’eterno complotto di Togliatti

ITALIA/ROMA. Roma e la sua Resistenza rappresentano un patrimonio storico del Paese da cui l’autobiografia della Repubblica non può prescindere. Tuttavia l’ottantesimo anniversario dell’8 settembre 1943 e dell’inizio della Lotta di Liberazione, che nella Capitale ebbe avvio con la battaglia simbolo di Porta San Paolo, si...

CULTURA/TAGLIO BASSO

Itinerari di vita nella straordinaria semplicità della Resistenza

ITALIA. Potenti e asciutte, tanto prive di retorica quanto profonde nel senso che sanno rappresentare della storia dell’antifascismo e della Resistenza. Così si presentano le tre vite partigiane di Antonio Paglino, Nunzio Guerrini e Aulo Formigoni ricostruite nel bel libro di Filippo Colombara, Contro lo stato di cose presenti. Tre...

SOCIETA/APERTURA

Un Paese allo specchionella bomba alla stazione

ITALIA/BOLOGNA. La strage fascista della stazione di Bologna del 2 agosto 1980 rappresenta, come in un complesso racconto autobiografico del Paese, elementi e fasi storiche diverse che pure hanno drammaticamente caratterizzato la direzione e il senso del decennio ‘70-‘80, ovvero quegli «anni del tritolo» pregni di...

COMMENTO

Le macerie del regime e le polveri di oggi

ITALIA. Rosario Bentivegna: «In casa aspettavamo il Giornale Radio. A un certo punto la voce dello speaker annunciò: "Sua Maestà Vittorio Emanuele III ha accettato le dimissioni di Sua Eccellenza il cavalier Benito Mussolini". Fu un'esplosione di gioia». E così concludeva: «All'improvviso scoppiò il...

COMMENTO

Italiani «brava gente» e falso Piano Mattei

ITALIA/ROMA. Disquisendo del ruolo dell'Italia meloniana nel «globo terracqueo» ieri il viceministro degli Esteri Edmondo Cirielli, intervenuto alla festa giovanile di Fratelli d'Italia, ha riproposto un grande classico della falsificazione della storia nazionale.«Sia nel periodo pre-fascista sia durante il fascismo - ha detto...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Il blitz neoliberista a camere sciolte di Lasso in Ecuador

ECUADOR/QUITO. Dopo lo scioglimento anticipato delle Camere lo scorso 17 maggio e a qualche giorno della fine della legislatura, per aumentare la partecipazione privata nei settori strategici dell'Ecuador - petrolio, energia, telecomunicazioni e opere pubbliche - il presidente Guillermo Lasso prepara una serie di decreti presidenziali. Fino alla...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it