Aosta, «Rien ne va plus». Schiavone torna al Casinò

Secondo appuntamento di Antonio Manzini con il gioco d’azzardo. La precedente puntata – Fate il vostro gioco – si era conclusa con l’arresto dei cattivi (coloro che usavano il Casinò di Saint Vincent per riciclare denaro sporco) ma con un omicidio irrisolto. Per Rocco Schiavone era stato un mezzo successo,...

Il populismo, significante «vuoto» e contraddittorio

Una accorta e riuscita ripresa di temi che hanno costituito il filo rosso di una riflessione sull’Italia con la dichiarata ambizione di analizzare la grande trasformazione del capitalismo dopo la crisi della grande fabbrica, la scomposizione delle classi sociali e il tramonto della forza politica del movimento operaio. Questo si...

Ue, una direttiva liberticida e per il profitto

Un nuovo tassello è stato posto nella notte tra venerdì e sabato nel fosco puzzle che dovrebbe comporre il nuovo diritto d’autore dell’Unione europea (andrà al voto del parlamento di Strasburgo nelle prossime settimane). La direttiva dovrebbe così mettere fine ai conflitti che hanno visto, nel corso...

Macchine senza organi inquietanti rivali dell’essere umano

L’olocausto nucleare è stata una possibilità che ha dominato gli incubi degli umani per un cinquantennio. Il rischio di scomparsa dell’umanità ha avuto come conseguenza la modifica dei comportamenti di uomini e donne, di governi nazionali e di organizzazioni internazionali. L’«equilibrio del...

La vocazione globale del capitalismo

La globalizzazione è un fenomeno irreversibile nonostante le forti tendenze di un ritorno alla dimensione nazionale nel governo dello sviluppo economico. Ma anche se tali tendenze prevalessero non ci sarebbe nessun ritorno al passato perché è stata proprio l’azione di alcuni stati-nazione a favorire la...

Transumanesimo, il sogno ibrido

È stato annunciato in pompa magna come il discorso alternativo a quello del presidente Mattarella da parte del guru spirituale del Movimento 5 stelle. Ma la performance di Beppe Grillo il 31 dicembre del 2018 sui social network è stato un buco nell’acqua. In primo luogo, perché il discorso di Mattarella ha fatto...

«Millennials», un’epopea adeguata ai tempi presenti

Il mondo ha conosciuto l’apocalisse. Quella sociale, politica, culturale. È accaduto che gran parte degli adulti si siano bloccati. Non sono però morti, hanno solo sospeso le funzioni vitali e cognitive. Sono stati i giovani a prendersi cura di loro, idratandoli, cercando di capire la genesi del «Blocco»,...

INTELLIGENZA ARTIFICIALE, IL MONDO CAMBIA MARCIA

La selva di acronimi ha visto, nel 2018, aggiungersi altre sigle. Le ultime, in ordine di tempo, sono Asi e Agi. La prima significa semplicemente super intelligenza, la seconda agenti intelligenti. Attestano l’emergere di un nuovo tipo di intelligenza artificiale che sempre più è autonoma da quella umana. Ci sono...

Quegli insorgentia fasi (molto) alterne

Una nuova collana dedicata alla working class. È la piacevole strenna natalizia che la casa editrice Alegre mette sotto l’albero in questo confuso e triste dicembre 2018. A inaugurare la collana, la storia di Valerio Monteventi, figura nota della sinistra antagonista e comunista bolognese, che ha intrapreso il lungo sentiero...

Il futuro soffia nel vento per gli irregolari bastardi di Pizzofalcone

Il noir come chiave di accesso alla comprensione del presente, ai suoi conflitti, al suo lato oscuro, agli innumerevoli intrecci tra economia legale e illegale (la seconda è sempre complementare alla prima, e viceversa). I personaggi, i «cattivi» che li popolano hanno spesso attraversato la lunga transizione da un...

L’editoria passata al setaccio in quanto produzione di opinione pubblica

Una edizione di successo, che ripete e incrementa lievemente, in termini di biglietti venduti, anche se non c’è ancora conferma ufficiale, la performance (100mila biglietti) dello scorso anno. Con evidente soddisfazione degli organizzatori di Più libri, più liberi, la fiera che si è svolta dal 6 al 9...

Una società che si chiude a riccio

C’è una caratteristica dei rapporti annuali del Censis che ricorrono e che ne fanno un appuntamento attorno al quale tirare le fila, ogni dicembre che si rispetti, dello sviluppo sociale, culturale e politico italiano. E’ il ragionare, da parte di questo autorevole e potente istituto di ricerca sociale, attorno a...

Karl Marx impigliato nel futuro

Due secoli separano il presente dall’anno di nascita di Karl Marx. In termini di anni (duecento), l’immagine evocata è quella di un uomo e di un’opera di altri tempi, ottocentesca. Eppure la sua critica all’economia politica, la sua antropologia filosofica, la sua militanza politica hanno condizionato gran...

Come riconoscere Narciso, Pigmalione e Prometeo tra le maglie del tecnocapitalismo

Tre figure simbolo dell’animale sociale umano. Narciso, Pigmalione, Prometeo sono i nomi di uno spericolato, ma attentamente sorvegliato, slalom che viene rappresentato nel nuovo libro di Lelio Demichelis La grande alienazione (Jaca Book, pp. 281, euro 25). SONO DECENNI che l’autore si misura con la grande trasformazione della...

Antonio Manzini, ludopatie malinconiche in salsa noir

Il clamore del successo della seconda serie televisiva sul vicequestore Rocco Schiavone sta lasciando il posto all’attesa per la terza serie, anche se impazza la discussione sulla bravura (nessuno ne ha mai dubitato) o meno dell’attore Marco Giallini, che rende realistico e fascinoso un personaggio complicato come può...

La grande convergenza delle disuguaglianze

Richard Baldwin è uno storico dell’economia globale con il gusto del paradosso perché non ama cullarsi nelle rassicuranti spiegazioni della costellazione teorica alla quale fa comunque riferimento (il pensiero economico neoclassico innaffiato da un generoso sorso di distillato keynesismo). Ad esempio, nel tornante tra...

Narrare le mutazioni inafferabili dell’economia immateriale

Jonathan Haskel e Stian Westlake sono due economisti mainstream che hanno accumulato riserve e critiche verso il neoliberismo. Sono convinti che la retorica del libero mercato e dell’individuo proprietario, tanto nelle sue versioni iperindividualiste che in quelle sul «capitale umano», creino le condizioni per crisi...

Nestor Burma nella Parigi fatata e criminale

La Francia vive un periodo di pace e di sviluppo economico. Rispolvera anche le velleità da grandeur, dopo che gli echi della grande mattanza della prima guerra mondiale si sono affievoliti. Ci sono, certo, un po’ di anarchici che destano le ire di sbirri, gendarmi e politici in carriera, ma sono sotto controllo. Il movimento...

Il mutevole confine del capitalismo

Il capitalismo estrattivo (e di piattaforma) è la forma attraverso la quale la produzione di valore viene «realizzata» nelle forme dominanti della ricchezza sociale (denaro e profitto). È in questo passaggio che la finanza ha svolto e continuerà a svolgere un ruolo essenziale nel definire gerarchie sociali...

Agonismi impossibili

Fare come Margaret Thatcher. Ovvero costruire una egemonia culturale mentre si esercita il governo della società all’interno, va da sé, di una cornice opposta a quella del neoliberalismo conservatore, cioè di una affermazione della eguaglianza sociale e della libertà collettiva e individuale. E poi:...



Pagina 1 di 50