Il piacere di scoprirel’immaginario

Inaugurata sabato scorso dalle immagini di The Kid e in calendario fino al 12 ottobre, prende il largo a Pordenone la 38a edizione delle Giornate del Cinema Muto, tempio della settima arte in cui ogni anno si celebrano riscoperte e rinascite, frutto di un certosino lavoro di ricerca grazie al quale tesori nascosti e dimenticati, distrutti...

«Antropocene - L’epoca umana», uno sguardo sull’apocalisse

Fuoco, Terra, Acqua, Aria. Le cave di marmo di Carrara magnificate da Ancarani, il deserto dell’Atacama perlustrato da Guzmàn, le fiamme, furiose e materiche, che potrebbero appartenere a un «infernale» vulcano di Herzog, e invece si stagliano da altissimi falò avvolgenti cataste di zanne di elefante...

Quel che cambia a Nord-Est: segnalifoschi da un universo in dismissione

Che cosa cambia a Nord-Est? In tempi non lontani luogo-simbolo del dinamismo dell’industria italiana, mecca dell’efficienza e specchio di un’immagine virtuosa dell’Italia: l’Italia che lavora e che produce benessere, con la serietà e l’orgoglio di chi sa rimboccarsi le maniche, consapevole che la...

Un urlo contro il potere dentro la scena rock della Swinging London

1967, nella Swinging London di Blow-Up, delle minigonne di Twiggy, delle svolte lisergiche dei Beatles e dei Rolling Stones. Nel regno della finzione, Steve Shorter, pop-star che ha il volto diafano e angustiato di Paul Jones, è acclamato dalla folla in delirio al rientro da un fortunato tour negli Stati Uniti. MA APPARE evidente...

In viaggio verso l’età adulta alla scoperta della libertà

Niente di neanche lontanamente vicino alla leggerezza di Splash una sirena a Manhattan, in Blue My Mind –esordio della svizzera Lisa Bruhlmann, siamo più dalle parti di Thelma in quanto a atmosfere livide da Nord Europa, a tensione para-horror, all’uso delle metamorfosi del corpo come metafora dei grandi tumulti che...

Due «fiori gemelli» di una favola nera

Due giovani in fuga, randagi per necessità, attraversano i paesaggi aspri e incantati della Sardegna: Anna scappa da un uomo violento, Basim ha lasciato la Costa d’Avorio e ora attraversa l’Italia sognando un futuro altrove. Subito, l’incontro. Lei è fragile, ha perso la voce in seguito a un trauma le cui...

Un haiku a altezza di bambino per scoprire il mondo degli adulti

È notte in un paesino tra le montagne giapponesi della regione Aomori e fuori nevica. Un pescatore compie il suo rituale domestico quotidiano prima di uscire per recarsi al lavoro al mercato del pesce. Nel tepore di casa rimangono la moglie e i due figli. Il più piccolo, Takara, beniamino seienne della famiglia, destato dai...

Vite rinchiuse dentro i confini dello stereotipo di genere

Una bambina che sta per indossare i suoi primi orecchini, motociclisti in erba che spingono a tutto gas (più preoccupati di obbedire alle aspettative paterne che realmente presi dall’agone sportivo), una fabbrica in cui si confezionano giocattoli: assi da stiro e pentoline per le bimbe, instradate fin da piccole...

Un rito catartico per elaborare il trauma collettivo sudcoreano

Si piange e si ride al Far East Film Festival, com’è tradizione da ventuno primavere, quando ogni anno il centro di Udine si trasforma per nove giorni nella capitale europea del cinema popolare asiatico dando il via a un vorticoso caleidoscopio di generi e di toni, tra drammi sociali e commedie romantiche, action adrenalinici...

Triangolo di amori e tradimentiall’ombra della Tour Eiffel

Lui, lei, l’altra, il fantasma dell’altro. E un bambino. È il più classico e al tempo stesso insolito dei triangoli amorosi, quello messo in scena da Louis Garrel al suo secondo lungometraggio L’uomo fedele. Marianne (Laetitia Casta) e Abel (lo stesso Garrel) abitano insieme da tre anni quando lei lo mette...

Veleni, tradimenti e narcisismo tra social network e realtà

Non qui, non ora. Le giovani protagoniste di Likemeback, tre ragazze in vacanza-premio su una barca per festeggiare la fine del liceo, vivono una costante rimozione del presente, assorte in una dimensione altra e virtuale dove l’apparire conta più dell’essere e la «coolness» si misura a colpi di like....

Padre e figlia «on the road», il miraggio di un’umanità semplice

Dafne ha i capelli rosso porpora e la erre moscia. Ama vestire colori accesi e le piacerebbe vivere nel Rinascimento, magari a corte di una regina. Ha trentacinque anni e la sindrome di Down, condizione che non le impedisce di vivere una vita piena e serena assieme ai genitori Luigi e Maria. Dafne ama ballare, stare con la gente, ma...

Lo scontro sociale del Maghreb narrato attraverso la sessualità

Potrebbe sembrare un film come tanti. L’ennesima analisi formalmente composta e non priva di un certo vittimismo che fotografa la condizione femminile nel Marocco di oggi, con una giovanissima donna preoccupata di occultare la sua gravidanza per timore delle sanzioni previste per legge e l’inesorabile calvario che passa...

La satira amara del capitalismo

Un registratore di cassa. Dlin. Il metallico tintinnare dei soldi. E una canzoncina a mò di jingle che ammonisce: «Non puoi avere niente per niente. Solo uno sciocco ci proverebbe». Quasi un manifesto dell’era capitalista: «Puoi avere tutto ciò che desideri, ma devi pagarlo». Automobili,...

Colpa, verità e apparenze in una corsa contro il tempo

Una stazione di polizia. Una telefonata. Una delle tante che intasano il centralino delle emergenze. Risponde l’agente Holm (Jakob Cedergren, in scena dal primo all’ultimo minuto) che presta servizio al call center con la stessa insofferenza di chi sta scontando una pena. Qualche ombra, infatti, si annida nel suo passato e per...

«Meeting Gorbachev», il raccontodi un uomo nel flusso della Storia

«Sono tedesco. E probabilmente il primo tedesco che ha incontrato nella sua vita voleva ucciderla». «No» - risponde secco Gorbachev alla prima e forse unica provocazione lanciatagli da Werner Herzog, nel tentativo di imprimere al racconto un taglio drammatico che invece l’ex presidente dell’Unione...

Dalla Hollywood «indie» agli spettri della «Memoria»

I fantasmi di Sion Sono (Prisoners of the Ghostland) e la Memoria di Apichatpong Weerasethakul, nel nuovo film ambientato nella Colombia violenta degli anni ’70 e ’80. Ma anche tanto cinema muscolare, come Creed II, per il quale non c’è molto da attendere (in sala dal 24 gennaio) e Rambo 5, che segnerà il...

Esistenze ai margini condannate all’infelicità

Fuga e follia. Ma non come vorrebbe Forman, perché la «follia» in Ovunque proteggimi è una questione sociale, più che clinica o esistenziale. Da una parte Alessandro, cinquantenne disilluso che tira tardi la notte a cantare nei locali per avventori distratti. Molta rabbia e pochi sogni, affidati per lo...

Stoya, mi occupo di politicama mi sento un gatto randagio

Si presenta con il suo pallore lunare e opalino, Stoya, ospite della diciottesima edizione del triestino Science + Fiction Festival, porno-star del North Carolina con origini serbe, molto lontana dai cliché. Testa fina, penna agguerrita ma gentile prestata ad alcune fra le testate internazionali più quotate («The New...

L’audace colpo di un borghese messicano senza qualità

Una notte al Museo di antropologia nazionale di Città del Messico, un colpo clamoroso, una fuga. Non si sa bene cosa passi per la testa degli studenti Juan e Wilson, rampolli di buona famiglia e perdigiorno, quando si intrufolano nottetempo nelle stanze museali riuscendo a sottrarre preziosi reperti Maya, Mixtechi e Zapotechi di...



Pagina 1 di 35