Risultati per:

  • Autore: ALESSANDRO DE PASCALE
Modifica ricerca

INTERNAZIONALE/APERTURA

Verso l’Etiopia armi italiane camuffate

ETIOPIA/ITALIA/GENOVA. Sui documenti d’accompagnamento avevano genericamente scritto che stavano esportando un «tornio parallelo» e «macchine per la formatura a caldo». Ma quelle sequestrate al porto di Genova da Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane erano in realtà una «scanalatrice» e una...

INTERNAZIONALE/TAGLIO MEDIO

Myanmar, ora i generali si fanno le armi in casa

MYANMAR. «Le forze armate del Myanmar sono in grado di produrre, all’interno del Paese, una varietà di armi che vengono poi utilizzate per colpire i civili» che si oppongono ai militari al potere. Il tutto, grazie a macchinari, software e materie prime, provenienti da aziende «anche a partecipazione statale,...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Cheddite, armi italiane al regime iraniano passando per Ankara

IRAN/ITALIA. Sul caso delle cartucce da caccia, a marchio della ditta franco-italiana Cheddite, fotografate durante la repressione delle proteste di piazza da parte del regime degli ayatollah (come anche in Myanmar e Siria), la risposta del ministero degli Esteri italiano è senza appello: «Nessun trasferimento di materiale...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Iran, caccia ai pallini made in Italy che i repressori usano contro le piazze

IRAN/ITALIA. Già un mese dopo l’inizio delle proteste in Iran contro il regime degli ayatollah, cominciate il 13 settembre, le organizzazioni per i diritti umani diffusero le prime foto dei manifestanti colpiti con pallottole da caccia. Una di queste, rilanciata sui social da Mariano Giustino, inviato in Turchia di Radio Radicale,...

ULTIMA/APERTURA

Iran, il colpo, in canna è italiano

IRAN/ITALIA/FRANCIA. Un servizio del team investigativo The Observers dell’emittente televisiva internazionale France 24 «ha trovato prove che le cartucce per fucili prodotte dall’italo-francese Cheddite sono state utilizzate nella repressione delle proteste in Iran», confermando così le risultanze di un’inchiesta su...

ULTIMA/APERTURA

Gli schiavi del telaio

MYANMAR. Un comparto economico estremamente importante per l’ex Birmania e la sua giunta militare, salita al potere sospendendo la democrazia con un colpo di stato il 24 febbraio 2021, è il settore del tessile e dell’abbigliamento. Nelle aree industriali del Myanmar, imprese locali quasi tutte cinesi (ma ce n’è...

SOCIETA

La Thailandia legalizza la coltivazione della marijuana. È la prima in Asia

THAILANDIA. La Thailandia, da qualche giorno, è la prima nazione asiatica ad aver legalizzato la coltivazione della marijuana. Chiunque potrà coltivare in casa fino a 6 piantine, previa registrazione presso la locale Food and Drug Administration o tramite la nuova app “Plant Ganja”, mentre alle aziende verrà...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Amfetamine, alcol o coca, le droghe usate nei conflitti. Anche in Ucraina

RUSSIA/UCRAINA . In quest’ultimo mese di guerra, su varie testate internazionali sono apparsi articoli che, tra le righe, paventavano un abuso di alcol tra le truppe russe che hanno invaso l’Ucraina. Per cercare di saperne di più, abbiamo così deciso di parlarne con Lukasz Kamienski, docente polacco (attualmente insegna...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Il Captagon è ovunque, maxi sequestro in Iraq

IRAQ/MEDIORIENTE. Sei milioni di pastiglie di Captagon sequestrate, dieci persone arrestate (tra cui cinque cittadini di Paesi arabi) e due reti del narcotraffico regionale smantellate (l’altra trafficava hashish). Lo ha riferito sabato il ministero degli Interni iracheno, che dal 2019 ha attivato una nuova e apposita unità antidroga. Le...

INTERNAZIONALE/TAGLIO MEDIO

Per aggirarei blocchi sul web e i raid tornano le onde corte

RUSSIA/GB. Anche nell’etere, lo scenario ci riporta alla Guerra Fredda. Poche ore dopo il blocco in Russia dei siti internet della Bbc, l’emittente pubblica britannica ha resuscitato al volo la sua storica corazzata a onde corte dei tempi che furono. L’ha annunciato ovviamente in maniera moderna, cinguettando su Twitter. Sulla...

ULTIMA/APERTURA

I rifiuti tornano a casa

ITALIA/SALERNO . Alle ore 8 di oggi, dovrebbero essere sbarcati al porto di Salerno i rifiuti speciali campani al centro di un vero e proprio scandalo internazionale. Spediti in Tunisia con il via libera dei tecnici della Regione Campania dall’azienda privata salernitana Sviluppo Risorse ambientali srl (Sra), con documentazione secondo la...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Gli oppioidi fecero strage di nativi. Ora J&J deve pagare

USA/CLEVELAND (OHIO). La nota casa farmaceutica Johnson & Johnson e i tre maggiori distributori di oppioidi da prescrizione degli Stati uniti (McKesson, AmerisourceBergen e Cardinal Health), con un accordo annunciato il primo febbraio scorso, hanno concordato di pagare 590 milioni di dollari ai nativi d’America e dell’Alaska (per il censimento...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Nuove sanzioni alla giunta, grande assente la Ue

MYANMAR. Lunedì, per il primo anniversario del colpo di Stato in Myanmar, Stati uniti, Canada e Regno unito hanno annunciato nuove sanzioni coordinate contro alti funzionari, dirigenti d’aziend

INTERNAZIONALE/INTERVISTA

«Da Europa e Italia soldi alla resistenza birmana»

MYANMAR. «La giunta va strangolata con le sanzioni economiche, l’Ue deve sospendere le agevolazioni sulle esportazioni e l’Italia deve finanziare l’opposizione pro-democrazia».

INTERNAZIONALE/TAGLIO MEDIO

«La coca non si combatte spruzzando glifosato»

COLOMBIA. Duro colpo per il presidente colombiano di estrema destra, Iván Duque, che il prossimo 13 marzo punta a essere riletto. Il 19 gennaio la Corte costituzionale imposto lo stop alla ripresa del

INTERNAZIONALE/APERTURA

Gli Usa puntellano il golpe birmano con il legno

MYANMAR/USA. Da quando lo scorso primo febbraio i militari hanno preso il potere con un colpo di stato nell’ex Birmania, «gli Stati uniti hanno importato 1.565 tonnellate di teak dal Myanmar, nonost

INTERNAZIONALE/APERTURA

Armi al Myanmar, l’Italia fa triangolo

MYANMAR/ITALIA. Vendita diretta da parte di un’azienda italiana in possibile violazione dell’embargo Ue in vigore, cui è sottoposto il Myanmar dal 1990 e recentemente rafforzato, o ennesima triangolazione attraverso un Paese terzo? Lo scorso 16 dicembre, durante le celebrazioni del 74esimo anniversario dell’Aeronautica militare...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Oppio ed eroina, ecco cosa tiene in piedi il Pil dell’Afghanistan

AFGHANISTAN. Il primo dato è a effetto: «Otto consumatori su 10», tra quanti usano oppio, morfina ed eroina, si ritrovano tra le mani oppiacei afghani. Il dato è contenuto nell’ultimo report sulla droga in Afghanistan diffuso dall’Ufficio contro la droga e il crimine (Unodc) delle Nazioni unite. Spiegando, in...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Il Myanmar resiste, la giunta opta per il cessate il fuoco

MYANMAR. La giunta militare birmana al potere ha annunciato un cessate il fuoco unilaterale di cinque mesi con i gruppi armati etnici del Paese. Secondo l’Ufficio del comandante in capo dell’esercito, la deposizione delle armi sarebbe iniziata ieri per terminare a fine febbraio 2022. Il cessate il fuoco è stato presentato dai...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

«Asia World», l’impero insanguinato di Steven Law

MYANMAR . Il suo nome “occidentale” da uomo d’affari dell’Asia World Company è Steven Law. Quello birmano di nascita (classe 1958), Tun Myint Naing. Ma gli statunitensi, di sue identità, ne mettono insieme ben «24, degli alias conosciuti» dall’ambasciata Usa a Yangon e dalla Drug enforcement...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it