Risultati per:

  • Autore: ALBERTO NEGRI
Modifica ricerca

COMMENTO

Il pericoloso «bluff» di Putin

RUSSIA/UCRAINA/OCCIDENTE . È ora di prenderci sul serio. Nel 2003 Usa e Gran Bretagna attaccarono Saddam Hussein spergiurando che l’Iraq possedeva armi di distruzione di massa che non furono mai trovate. Ora l’Occidente le ha trovate dove si sapeva che già c’erano.Putin messo all’angolo fa paura: ma dove pensano di vivere in...

COMMENTO

«Nemico comune l’egemonia Usa»

UZBEKISTAN/SAMARCANDA . Putin ha avuto dal vertice di Samarcanda con Xi Jinping quello che voleva fortemente. Una risposta all’isolamento delle sanzioni occidentali e al fronte anti-russo, anche se ha alluso in maniera criptica, per la prima volta, alle «preoccupazioni cinesi» sul conflitto.Il capo del Cremlino, definito da Xi «un caro e...

COMMENTO

A Samarcanda un vertice dell’«altro mondo»

UZBEKISTAN/SAMARCANDA. Sotto lo sguardo dei leoni delle madrasse del Registan di Samarcanda, storico passaggio della via della Seta e oggi della Tav, si svolge domani, per due giorni, un vertice dell’«altro mondo» con i leader di Russia, Cina, India, Pakistan e Turchia. Il leader cinese Xi Jinping era già ieri era in Kazakhistan.Proprio...

COMMENTO

Gas e petrolio, il «prezzo politico» della guerra

UCRAINA/RUSSIA. Con la guerra in Ucraina scatenata da Putin scopriamo che gas e petrolio russi possono avere un prezzo «politico», così almeno sembra da quanto deciso al G-7 e dal dibattito in corso a Bruxelles. E perché soltanto calmierare le materie prime energetiche russe? Perché non estenderlo ad altri beni primari,...

COMMENTO

Ecco cosa sono e quanto ci costano i «valori atlantici»

LIBIA/TRIPOLI. L’Italia, la Nato e gli Usa da anni sono in fuga da Tripoli e dalle loro responsabilità. La Libia attuale è il frutto avvelenato del cosiddetto «atlantismo». L’intervento del 2011 contro Gheddafi portò alla fine brutale del dittatore ma lasciò il Paese nel caos, così come quello...

COMMENTO

Russia e Occidente, la vera guerra delle spie

RUSSIA/UCRAINA/OCCIDENTE . Proviamo, senza romanzare troppo però, a capire qualche cosa della guerra delle spie tra Russia, Ucraina e Occidente. Già poche ore prima della guerra d’invasione era successo qualche cosa di assolutamente incredibile. I russi ala vigilia dell’attacco all’Ucraina avevano diffuso un video in cui il capo dei...

COMMENTO

Al Zawahiri, alle origini di al Qaeda

USA/AFGHANISTAN/KABUL. Con i droni gli Usa hanno ucciso il capo di al Qaeda esibendo efficienza anti-terroristica ma la fuga di Stati uniti e Nato da Kabul nel 2021 dimostra il ventennale fallimento strategico americano di imporre all’Afghanistan un cambiamento che esisteva in gran parte solo nella propaganda occidentale. Ma qui c’è di...

COMMENTO

Putin a Teheran battezza la Triplice anti-Usa

RUSSIA/TUCHIA/IRAN/TEHRAN. Nel menu della Triplice (intesa?) che si è tenuta ieri a Teheran tra Khamenei, Putin ed Erdogan c’era solo l’imbarazzo della scelta. Si è parlato di tre guerre, di gas, di nucleare, di grano ucraino e accordi economici. Un vertice, in apparenza, di paradossi. Il più evidente è che vi hanno...

COMMENTO

Quei diplo-pugni tra Biden e bin Salman

USA/ARABIA SAUDITA/MEDIORIENTE . Il pugno di saluto di Biden con le nocche gentilmente appoggiate su quelle del principe assassino Mohammed bin Salman (Mbs) è già entrato nella storia di una nuova disciplina: il "pugilato diplomatico", che lascia al tappeto solo le vittime, rimaste fuori dal ring del potere. Siamo davanti a una nuova versione della...

ULTIMA/APERTURA

L’indomabile Panahi

IRAN/TEHRAN. All’ingresso della sua casa di Teheran dove lo hanno arrestato l’altra notte (era il marzo 2010) insieme alla moglie Tahereh, alla figlia Solmaz e altre 15 persone, Jafar Panahi tiene in vista una grande locandina di Ladri di biciclette, capolavoro del neorealismo e fonte di ispirazione quasi inesaurabile per la cinematografia...

COMMENTO

Israele e Saud, la diplomazia Usa tra armi e inchini

USA/ISRAELE/ARABIA SAUDITA . C’è un forte sentore di gas, petrolio e polvere da sparo nell’imminente viaggio di Biden in Israele e Arabia saudita, due Paesi avviati, in maniera sotterranea, sul sentiero del Patto di Abramo anti-Iran, già stretto tra alcune monarchie arabe e Tel Aviv.Lo stesso sentore (armi escluse) che si respira nella...

COMMENTO

L’inchino di Draghi al Sultano

ITALIA/TURCHIA/ANKARA. Tutto si risolve con un inchino al Sultano. «Con i dittatori bisogna essere franchi ma cooperare», disse l’anno scorso Draghi riferendosi a Erdogan e aprendo un caso diplomatico. Dal 2021, con in mezzo la guerra in Ucraina, il caos libico e le tensioni nel Mediterraneo orientale, il presidente del consiglio italiano ha...

COMMENTO

Via libera al massacro dei curdi

SPAGNA/FINLANDIA/SVEZIA/TURCHIA. Quando entrai a Kobane il primo ottobre 2014 i curdi siriani rischiavano la strage con la bandiera nera del Califfato che sventolava solamente a 400 metri dalla loro prima linea. I curdi iracheni erano intanto accorsi a difendere le loro postazioni. mentre dall’avanzata dell’Isis, ai curdi turchi, in conflitto perenne con...

COMMENTO

Un nuovo non-allineamento all’Occidente

CINA/PECHINO. Il vertice dei Brics, tenuto virtualmente in Cina, sancisce una nuova forma di non allineamento del sud del mondo da cui emerge con chiarezza che l’isolamento della Russia è solo occidentale. Basta guardare i numeri.La Cina e l’India hanno aumentato copiosamente le importazioni di petrolio da Russia. A maggio Pechino ha...

COMMENTO

Dalla cortina di ferro alla gabbia d’acciaio

EUROPA/UCRAINA. Non c’è dubbio che la giornata di giovedì 16 giugno sia stata «storica», tutti hanno così definito la visita dei tre leader europei che ha spianato la strada alla candidatura dell’Ucraina all’ingresso nell’Unione europea. Ma non rappresenta una svolta nella guerra: di armi non si...

COMMENTO

Come le sanzioni puniscono il mondo

RUSSIA. Sarà una guerra senza vincitori, dice l’Onu. Ma già si vedono molti perdenti. Le sanzioni a Mosca non funzionano - almeno per ora - scrive Larry Elliot nell’editoriale del Guardian. Peggio ancora, stanno avendo effetti perversi sui prezzi dell’energia e alimentari mondiali. E anche sulla politica. Al punto...

COMMENTO

Il sultano Erdogan arbitro dei suoi Donbass

TURCHIA/EUROPA/USA . Ognuno ha il suo Donbass. Per Erdogan e la Turchia - pilastro della Nato dal 1952 - si chiamano Rojava siriano e Kurdistan iracheno, dove il Sultano ha stabilmente insediato le truppe e occupato il territorio di altri Stati senza che nessuno osi alzare neppure il sopracciglio.È lui a decidere, con la nostra complicità, chi...

COMMENTO

Un «piano di pace» buttato nella buca delle lettere

ITALIA/RUSSIA/UCRAINA. Che ci sia ognun lo dice ove sia nessun lo sa. L’amore degli amanti del Metastasio è come il piano di pace italiano per l’Ucraina: chi l’ha visto? È stato «depositato» alle Nazioni unite.Ma come se il Palazzo di Vetro fosse una buca delle lettere, senza spiegarlo a nessuno, quasi scappando via...

COMMENTO

Al gran bazar delle armi

TURCHIA/ARMI. Il destino dei curdi - e non solo il loro - si gioca al gran bazar delle armi, iniziato in queste ore tra Usa e Turchia per aggirare il veto di Erdogan all’ingresso nella Nato di Svezia e Finlandia che simpatizzano per il Pkk, da Ankara considerato organizzazione terroristica come l’Ypg, le brigate curde siriane di Kobane e...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Nel Donbass e a Mariupol, i giorni della morte in faccia

UCRAINA/RUSSIA . Ho la guerra in faccia. Quella dell’ultimo inviato che ho conosciuto. Mi dice di parlare più forte perché da quell’orecchio non sente più, per una granata che gli è scoppiata a Baghuz, Siria, l’ultima roccaforte dell’Isis. Anche un occhio, per la stessa granata, non è messo bene:...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it