Trump usa i foreign fighters per ricattare l’Europa (sull’Iran)

Perché gli Usa minacciano l’Europa con i foreign fighters dell’Isis? Trump è un hobbesiano che non ha mai letto Thomas Hobbes, scrive sul New York Times Roger Cohen. Aggiungendo: l’instabilità è inevitabile nel confronto Usa - Europa, specie alla luce della riunione anti-Iran di Varsavia e del...

La fase due della destabilizzazione mediorientale

L’Italia ha vissuto un altro giorno da pecora, stando bene accucciata ai piedi di Washington per ripararsi dal vento gelido che spira da Ovest verso Oriente. Il ministro degli Esteri Moavero Milanesi ha partecipato ieri al vertice di Varsavia, disertato dai ministri di Francia, Germania e da Mogherini, contro l’Iran, definito...

Il fronte dell'Iran

Per le strade di Teheran il primo febbraio 1979 la rivoluzione arrivò a bordo di una Chevrolet Blazer, un mito dell’America a quattro ruote. Forse bisognerebbe raccontarlo anche al segretario di Stato statunitense Mike Pompeo che in Polonia, tra qualche giorno, vuole fondare una sorta di Nato anti-Iran e forse inaugurare una...

La beffa degli Emirati «tolleranti»

Quasi da non credere. Ecco un Paese aperto al dialogo e tollerante verso le minoranze. Indovinate chi è? Ma gli Emirati Arabi Uniti certamente, almeno nella descrizione dei reportage della Rai sul papa ricevuto ad Abu Dhabi.Mai un accenno alla guerra degli Emirati in Yemen, ai massacri contro i civili e gli sciiti e al sostegno...

Tutti sotto l’egida del dottor Stranamore

È stata una magnifica settimana americana. Soprattutto «in mano agli americani», tra Afghanistan, Venezuela e un prepotente ritorno di guerra fredda. Quando non sai più che fare si torna al vecchio classico del Dottor Stranamore che moltiplica la paura con una nuova corsa agli armamenti per giustificare bilanci...

Da Saddam a Maduro, il delirio dei liberal

Operazione riuscita: c’è un nuovo Saddam Hussein in Sudamerica con tanto di sanzioni petrolifere e finanziarie. Manca solo una risoluzione Onu «oil for food», cibo contro petrolio, per sfamare quei disgraziati dei venezuelani. Premesso che a decidere la vicenda non saranno le sanzioni occidentali ma forse le...

Italia in prima fila nella guerra Usa all’Iran

Non contenti del vaso di Pandora scoperchiato in Iraq nel 2003 con la «bufala» delle armi di distruzione di massa di Saddam, gli Usa con Israele cercano di convincerci che i mali del mondo sono l’Iran e la Siria di Assad. Quindi è probabile che useranno anche la basi Usa in Italia per condurre questa guerra.Cosa...

È tornata la questione balcanica

C’è un Est europeo di avvoltoi che vuole cancellare la memoria, come scriveva domenica Tommaso Di Francesco su il manifesto, e un altro che non dimentica mai nulla. Vladimir Putin si è così preso la rivincita russa in Serbia.Quando la Nato e l’Italia bombardarono Slobodan Milosevic nel marzo 1999 (al...

Nuova dottrina Trump: la guerra per procura

Tutti e tutto contro l’Iran, con la questione curda a fare da tragica copertura a un’altra guerra. La nuova dottrina statunitense in Medio Oriente ignora il bastone di Eratostene di Cirene, il matematico greco che più di duemila anni fa dimostrò che la terra è tonda e ne misurò la circonferenza....

Un capolavoro di menzogne contro i curdi

Duellanti e bugiardi. Turchia e Stati Uniti sono da molto tempo alleati riluttanti, sull’orlo di una crisi di nervi perenne anche quando si tratta di raccontare menzogne che farebbero comodo a entrambi.Erdogan aveva promesso al segretario di Stato Mike Pompeo e al consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton di proteggere...

Erdogan, Assad. Attentia quei due

Attenti a quei due.C’è una coppia vincente di raìs mediorientali che, almeno in apparenza, comincia l’anno in gloria, come molti, soltanto qualche anno fa, forse non avrebbero mai immaginato.Il ritiro americano dalla Siria, deciso da Donald Trump, pur se rimandato nel caos di quattro mesi, sancisce il ruolo di...

Letterina ai cristiani d’Occidente

A Natale i cristiani d’Occidente festeggiano, quelli d’Oriente anche, ma non se ne ricorda quasi nessuno tranne qualche diretta tv da Betlemme. I cristiani del Libano, della Siria, dell’Iraq e dell’Egitto, vengono generalmente ignorati.Come se il cristianesimo non fosse nato qui ma nei grandi magazzini con gli...

Il «ritiro» sulla pelle del Rojava

Quando il gioco si fa duro - politicamente serio - Trump se ne va da Siria e Afghanistan mollando al loro destino gli alleati curdi e il fragile governo di Kabul, assediato da talebani e affiliati dell’Isis. La sua è una modesta realpolitik: caricare la doppietta a salve sperando che riportare le truppe a casa e...

La guerra sporca al terrorismo

La guerra al terrorismo, da sempre assai ambigua, diventa una guerra sporca che consegnerà altra destabilizzazione e terrore negli anni a venire. Non si tratta solo dei gruppi jihadisti ma di un terrorismo di stato che da individuare è assai più evidente di ogni cellula clandestina.Perché fa parte della...

«Generazione Isis», perché non è finita

È amaro dirlo ma il terrorismo jihadista in parte ce lo meritiamo. Basti pensare che proteggiamo il mandante dell’assassinio di Jamal Khashoggi, il principe Bin Salman, a capo di un Paese che per decenni ha alimentato il radicalismo islamico. La Francia ha usato i jihadisti per far cadere Assad, così come la Turchia e...

La doppia ipocrisia dei sovranisti

Non è tempo per sovranisti, ma di Doppia Ipocrisia. Gli Stati Uniti ci chiedono di fare più bombe per i sauditi da rovesciare sui civili in Yemen ma ci impongono di non commerciare con l’Iran. Nel primo caso avremo la nostra fetta di utili e posti di lavoro. Rassicurando Riad e Israele. Nel secondo, se osiamo esportare...

Sauditi e Occidente senza vergogna. Qatar, addio Opec

A quasi 40 anni dalla rivoluzione di Khomeini non sono gli ayatollah iraniani, sotto sanzioni Usa, ad apparire in bilico ma la casata dei Saud, maggiore cliente arabo dell’Occidente. Forse è per questo che i media, oltre che i leader mondiali, sono senza vergogna e sotto censura. Al G-20 di Buenos Aires è stato...

Tempesta (quasi) perfetta per gli Usa di Trump

Quella del Mar d’Azov tra Russia e Ucraina è una tempesta perfetta. L’escalation dello Stretto di Kerch incendia le polveri del prossimo incontro tra Donald Trump e Vladimir Putin previsto ai margini del G-20 in Argentina. Questa volta non si scherza perché anche alla Casa bianca forse hanno capito che quando ci...

L’Italia tace su tutto e l’Ue va alla resa sulle sanzioni

Intimiditi dagli Usa di Trump, preoccupati dal timore di perdere i grandi affari con i sauditi e ossequiosi nella consueta riverenza a Israele, gli europei, settimana dopo settimana, si avvicinano strisciando a una resa assai poco condizionata su due casi ribollenti: le sanzioni all’Iran e l’omicidio del giornalista Jamal...

La visita dell’emiro a Roma non era di cortesia

Gli smoking indossati alla sommità del Colle per vendere armi al Qatar non sono bastati a nascondere un realtà ben poco elegante per l’Italia e tutto l’Occidente. Con gli stati del Golfo abbiamo costruito una prigione e consegnato le chiavi del nostro carcere.Trump non è il presidente americano ma degli...



Pagina 1 di 50