Risultati per:

  • Autore: ALBERTO LEISS
Modifica ricerca

COMMUNITY/RUBRICA

Il linguaggio della guerra (e Šostakovic)

RUSSIA/OCCIDENTE. La guerra oltre a produrre morte, distruzione e atrocità di ogni genere, si accompagna inesorabilmente alla diffusione delle opposte propagande e delle bugie, e alla progressiva militarizzazione del linguaggio. Abbiamo paura che il conflitto in Ucraina, amplificato criminalmente dall’invasione russa, finisca in una guerra...

COMMUNITY/RUBRICA

Che cosa ricordare e perché

ITALIA. Venerdì prossimo sarà il 27 gennaio, Giornata della memoria, che con una decisione delle Nazioni unite fu istituita nella stessa data nella quale, nel 1945, le truppe dell’Armata Rossa, impegnate nella offensiva Vistola-Oder in direzione della Germania, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.La ritengo in...

COMMUNITY/RUBRICA

Se anche il vino nuoce alla salute

IRLANDA/EUROPA . Il mio vecchio cardiologo si raccomandò, molto tempo fa, che a pasto non mi facessi mancare un bicchiere di buon vino rosso. Ora leggo - piuttosto distrattamente (ormai me lo devo confessare: leggo distrattamente quasi tutto quello che pubblicano i giornali…) - che una sorta di complotto tra l’Irlanda (non ci sono mai...

COMMUNITY/RUBRICA

Malinconia: sciagura o grande chance?

GERMANIA/ITALIA. Scrisse il buon Kierkegaard: “Mi par d’essere un galeotto incatenato alla morte; ogni qual volta la vita si muove, la catena stride, e la morte fa appassire ogni cosa - e questo accade a ogni istante…”.E ancora: “È un martirio tremendo, la totale impotenza spirituale di cui attualmente soffro, proprio...

COMMUNITY/RUBRICA

Qualche parola in vista di Natale

ITALIA. Molte bravissime persone, tra cui non poche amiche e amici, hanno scritto un appello (https://ilmanifesto.it/appello-per-una-tregua-umanitaria) per una tregua nella guerra in Ucraina almeno nelle prossime feste. Sottoscrivo anch’io. Temo però che chi sta combattendo, e soprattutto chi ha le più gravi...

COMMUNITY/RUBRICA

Bonus di classe e “mini naja” per i giovani

ITALIA/ROMA. La discussione sulla «manovra» del governo Meloni si è aggrovigliata sulla faccenda del Pos, e ora irrompe il dilemma che si sperava sopito del Mes (ahimè, quei perfettini dei giudici costituzionali tedeschi hanno sciolto il quesito a loro sottoposto più rapidamente del previsto: il meccanismo finanziario...

COMMUNITY/RUBRICA

Populismi che non conoscono il popolo?

ITALIA. «Gli Italiani preferiscono il Pos», titolava la prima pagina de La Stampa ieri. Ma nell’”occhiello” del titolo (quella riga sopra i caratteri più grandi) si precisava che a favore del Pos - pagare con carte e bancomat anche piccole spese - è il 56 per cento. Certo, una bella maggioranza...

COMMUNITY/RUBRICA

Effetti non collaterali in Ucraina

VATICANO/UCRAINA . Da molto ci viene raccontata la favola di una guerra «moderna» capace di colpire con cura - uso apposta un termine in questo caso assurdo - soltanto obiettivi militari. Che poi tali «obiettivi» siano anche persone umane diventa secondario, per così dire diventa normale, persino «legale».La guerra...

COMMUNITY/RUBRICA

Se la violenza maschile raddoppia

ITALIA. Venerdì prossimo è la giornata contro la violenza sulle donne. Un’occasione per riflettere meglio, soprattutto noi uomini, sull’uso delle parole che pronunciamo, se le pronunciamo, quando affrontiamo questo argomento. «Di violenza sulle donne si parla molto», scrivono due giornaliste del Sole 24 ore,...

COMMUNITY/RUBRICA

Lo spirito italiano è in pericolo?

ITALIA. Non molto tempo fa ho cominciato finalmente a leggere un libro che conservavo da molti anni. Sapevo che era un libro molto bello e importante, e ne ho avuto piena conferma. È proprio una gran gioia quando si scopre un capolavoro. Parlo di Mimesis, di Erich Auerbach. Confesso che sono partito dalla fine, dalla descrizione del modo...

COMMUNITY/RUBRICA

Immagini di pace e di vita

ITALIA/ROMA. Un pranzo tra economisti e economiste della Banca di Italia e della Bce a Francoforte, una decina di anni fa. Vino francese da vigneti tedeschi, pasta italiana condita alla spagnola, biscotti inglesi ma con vaniglia greca, e così via.. Ne scrive una femminista e raffinata studiosa dell’economia, Paola Masi, mancata...

COMMUNITY/RUBRICA

Una rivolta delle musiciste francesi

FRANCIA. Gli amanti maniacali della musica come il sottoscritto probabilmente sanno delle disavventure di Maurice Ravel al Grand Prix de Rome, un’istituzione nata nella Francia del Re Sole per premiare, con un lungo soggiorno nella capitale italiana - allora il luogo più ricco di cultura e arte - i migliori giovani artisti,...

COMMUNITY/RUBRICA

Roccella, l’aborto e noi

ITALIA. Mi è capitato di ricordare, in questo spazio, che per il femminismo della differenza italiano effettivamente non aveva molto senso rivendicare l’aborto come un «diritto». La discussione ora si è accesa su questo punto per gli interventi della neoministra Eugenia Roccella. Il confronto coinvolge molte donne,...

COMMUNITY/RUBRICA

Relazione, desiderio e… Filotto!

ITALIA. Ho trovato in libreria il bellissimo, terribile discorso di Svetlana Aleksievic pronunciato quando le hanno assegnato il premio Nobel, nel 2015 (Una battaglia persa, Adelphi, 2022). Ecco le parole finali: «Ho tre case: la mia terra bielorussa, che è la patria di mio padre e dove ho vissuto tutta la mia vita; l’Ucraina,...

COMMUNITY/RUBRICA

Se vuoi pace prepara la pace. O no?

UCRAINA/ITALIA . All’armi! All’armi! Si vocifera ormai sempre più insistentemente di una - o addirittura più di una - manifestazione per chiedere la cessazione dei combattimenti nell’ Ucraina aggredita da Putin, e la convocazione di una conferenza, o comunque di trattative per arrivare a una qualche soluzione di un...

COMMUNITY/RUBRICA

Se guardassimo il mondo con occhi materni

ITALIA/MILANO. Ogni tanto, anzi sempre più spesso, penso che i fatti orrendi e catastrofici che accadono nel mondo dipendano in un modo o nell’altro dal fallimento - un fallimento colpevole - di quella grande, radicale ipotesi di cambiamento dello stato delle cose che si è chiamato «comunismo».Quel che resta della...

COMMUNITY/RUBRICA

Un voto per la dignità nostra e degli ultimi

ITALIA. Avevo pensato di inventare per la parola del giorno un immaginario discorso di Enrico Letta. Mi si stringe il cuore, per dire così, quando lui - o per converso il capo di Sinistra Italiana Fratoianni - rispondono molto imbarazzati sul com’è che si ritrovano nella stessa coalizione, pur avendo avuto posizioni opposte su...

COMMUNITY/RUBRICA

Come difendersi dai correttori automatici?

ITALIA. Ho appena scritto in un messaggio su whatsapp la parola «intendente», e lo spiritello maligno che alligna nelle viscere del cellulare o in qualche immateriale testa tra le nuvole misteriosamente collegata ai fatti miei corregge inesorabilmente in «intendete». Se non me ne accorgo subito farò un errore di...

COMMUNITY/RUBRICA

Molestie (a reazione nei cieli)

UCRAINA . Mariano Giustino è il bravissimo corrispondente dalla Turchia di Radio Radicale. Venerdì scorso (https://www.radioradicale.it/riascolta?data=2022-09-02) ho appreso da lui - tra l’altro - che sono in corso iniziative delle forze di opposizione a Erdogan che, se raggiungessero le forme di azione comune finora mancate,...

COMMUNITY/RUBRICA

Tutti i russi sono nostri nemici?

RUSSIA/UCRAINA. La «logica» perversa della guerra rischia di contaminare le menti di molti e molte. È la logica dell’odio, e quando le cose vanno male, si ha paura, e si capisce sempre meno di quanto ci capita intorno e minaccia la qualità delle nostre vite, odiare un nemico procura importanti soddisfazioni. Il nemico...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it